«Cenando sotto un Cielo Diverso»,
l'evento che sostiene la diversabilità

Venerdì 3 Settembre 2021
«Cenando sotto un Cielo Diverso», l'evento che sostiene la diversabilità

Lunedì 13 settembre avrà luogo la 13esima edizione di «Cenando sotto un Cielo Diverso», presso Villa Alma Plena a Caserta.
Si tratta di un evento benefico a sostegno della «diversabilità» che coingolve 190 persone tra chef, produttori e personaggi dello spettacolo.

Il cibo, oltre a essere una necessità, è uno dei grandi piaceri della vita. Regala la possibilità di perdersi tra i sapori, di esplorare culture diverse e di dare sfogo alla creatività ai fornelli. Per noi italiani, poi, cibo vuol dire convivialità: che cosa c’è di meglio di un delizioso pasto condiviso con le persone a cui vogliamo bene?

Ai fornelli anche gli stellati Domenico Iavarone, Giuseppe Aversa, Michele De Leo e Roberto Di Pinto.

Il ruolo del cibo diventa ancora più fondamentale quando è collegato a iniziative benefiche. Quest'anno, infatti, l'evento ha ampliato i suoi obiettivi, infatti, il ricavato, oltre ad essere utilizzato per lo storico obiettivo di costruzione di un laboratorio ludico per malati schizofrenici, sarà utilizzato per regalare un sorriso ai bambini ricoverati presso il reparto di nefrologia dell'ospedale Santobono Pausilipon, ma anche per l'organizzazione di una festa presso il centro Don Orione, Rsa per disabili, di Ercolano. 

Una serata nel segno della ripartenza e della solidarietà, ma anche un’occasione per raccontare e promuovere il territorio: ci saranno banchi di degustazione, con assaggi di vino, prodotti locali e piatti preparati dagli chef, ma ci sarà anche spazio per lo spettacolo:  testimonial dell’evento Ciro TorloGerardo Stanco e Giuseppe Moscarella, la madrina sarà l’attrice, autrice e regista Maria Bolignano. Inoltre, saliranno sul palcoscenico attori, canti, comici e tanti del teatro, del cinema e della tv, come Cosimo Alberti, Giovanni Caso, Giovanni Rienzo, Gennaro De Crescenzo, ed Ida Reitano. 

«Per ripartire, mai come ora, è necessaria la collaborazione di tutti. E in un periodo particolarmente delicato come questo hanno tutti raccolto il nostro invito con grande felicità - sottolinea Alfonsina Longobardi, ideatrice ed organizzatrice della kermesse -. Nonostante le difficoltà che stiamo attraversando, crediamo che queste abbiano contribuito a creare un terreno fertile utile a sedimentare nella mente di tutti il concetto di “diversabilità” e, quindi, a far includere nella società i diversamente abili integrandoli in particolare nel mondo del lavoro”. Infatti, gli chef stellati che parteciperanno all’evento cucineranno con alcuni dei pazienti della RSA Don Orione di Ercolano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA