Roghi dolosi, Caserta nel mirino
alberi distrutti e residenti barricati

di Marilù Musto

0
  • 2
L'odore di bruciano si fissa nella narici lentamente, come la dolorosa morte degli alberi della collina di Mezzano. Da ieri pomeriggio la città di Caserta è nella morsa del fuoco. E le prime vittime dell'inferno sono gli alberi: «legati» al terreno bruciano come se fossero messi al rogo in una pubblica piazza. Poi, c'è la paura per le abitazioni vicine. Dalle ore 14 di ieri, ma anche prima, i residenti di Mezzano, Casertavecchia e Tuoro guardano lo «spettacolo» senza poter fare nulla. Sono barricati in casa: chiuse le finestre, serrate le porte. La puzza di fumo è devastante.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 16 Settembre 2019, 11:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP