Caserta, la diocesi si sposta
nel parco dell'ex Macrico

Caserta, la diocesi si sposta nel parco dell'ex Macrico
Lunedì 3 Ottobre 2022, 18:32
2 Minuti di Lettura

«Proviamo a trasformare il parco dell'ex Macrico nella nuova casa della diocesi, una nuova piazza dove incontrarci, conoscere le nostre bellezze, riflettere e pregare. Un cammino lungo di condivisione ma anche concreto di riappropriazione della comunità da parte dei cittadini».

Commenta così don Gianmichele Marotta, direttore dell'ufficio diocesano della pastorale sociale e del lavoro, lo spostamento nella nuova sede della diocesi di Caserta che apre la «Settimana della Laudato si» con la visita al parco.

La diocesi si sposta e così Caserta dà la prima risposta all'appello lanciato dal Papa Francesco per salvaguardare madre natura. Nell'ex caserma abbandonata per decenni e poi aperta alla città da Lagnese si celebreranno, fino a domenica nove ottobre, momenti di preghiera, visite guidate, anche la suggestiva celebrazione della santa messa per la giornata mondiale dei rifugiati, insieme con tutte le comunità migrantes della diocesi.

Domani, in onore della celebrazione del santo patrono d'Italia, San Francesco, ci sarà un incontro di riflessione, sempre nell'ex Macrico, con la docente universitaria Giuliana Martirani, esperta di politiche ambientali, e il Procuratore della Repubblica di Avellino, Domenico Airoma, sul tema «Creato: fraternità e giustizia». Dal 5 all'8 ottobre, invece, il parco dell'ex Macrico verrà riaperto per le visite organizzate degli studenti. Domenica 9ottobre, infine, alle ore 16.30, la santa messa con la comunità migrantes.

© RIPRODUZIONE RISERVATA