Casertana al tappeto: non viene
sfatato il tabù Reggina

Lunedì 11 Novembre 2019
 La Casertana non riesce a sfatare il tabù del Granillo per la Reggina. Gli amaranto conquistano la settima vittoria consecutiva in campionato tra le mura amiche su sette partite disputate in questa stagione. Partita dominata dall'inizio alla fine dagli uomini di Toscano. Casertana che dopo il passaggio di turno in Coppa ottenuto in settimana ai danni della Viterbese cede dinanzi ad una grande Reggina. Decidono le reti di Corazza e Reginaldo che sfruttano due rinvii non proprio perfetti di Gonzalez.

LEGGI ANCHE Casertana a Reggio Calabria per cercare la grande impresa

Ginestra ridisegna il suo 3-5-2 per far fronte alle numerose assenze, non disponibili Castaldo, Zito, Caldore e Silva. A far coppia con Starita è Cavallini, solo panchina per Floro Flores. Spazio a Zivkov sull'out di sinistra, terzetto difensivo composto da Ciriello, Rainone e Gonzalez. Reggina che deve fare a meno solamente dello squalificato Bellomo, con Denis che si accomoda al fianco del tecnico Toscano. È la Reggina che prende in mano le redini del gioco arrivando più volte verso la porta della Casertana con Reginaldo che prima con un colpo di testa lento e poi con un bel stacco, sempre di testa, non trova per poco la via del gol. La squadra di casa cresce con il passare dei minuti soprattutto sulla fascia sinistra presidiata da Bresciani che si libera bene dalla marcatura e serve un pallone interessante a De Rose il cui tiro viene però respinto dall'intervento di Laaribi.

I rossoblù si difendono con ordine, talvolta si abbassano troppo concedendo spazio per le triangolazioni amaranto che si rendono molto pericolosi. Al 25' arriva la prima occasione per gli ospiti con Laaribi che su un calcio di punizione da 30 metri impegna Guarna che è bravo a respingere il tiro insidioso del centrocampista ex Rende, deviandolo alla sua sinistra in calcio d'angolo. A 5' dall'intervallo la Reggina passa in vantaggio. Dopo varie triangolazioni la palla arriva sulla destra a Rolando che di prima la crossa in area di rigore, Gonzalez la devia centralmente al limite dell'area di rigore dove Corazza con un destro al volo non lascia scampo a Crispino. Dodicesimo gol per il bomber amaranto.

Nella ripresa la storia non cambia e la Reggina trova subito il gol del raddoppio. Reginaldo dapprima inizia l'azione allargando sulla sinistra per Bresciani che arriva sul fondo e crossa basso in area di rigore dove ancora una volta Gonzalez allontana sui piedi proprio dell'attaccante ex Paganese e Monza che allarga il piatto destro e batte Crispino. Ginestra prova a dare una scossa ai suoi inserendo Floro Flores ed Adamo per gli evanescenti Cavallini e Longo ma è un monologo amaranto. Sounas con uno splendido calcio di punizione sfiora il gol del 3-0. I rossoblù calano anche dal punto di vista fisico e Toscano apre la girandola dei cambi inserendo Rivas, Doumbia e Denis. Quest'ultimo si vede negare la gioia del gol da Crispino che con il piede riesce ad impedirgli la rete del 3-0. Partita mai messa in discussione dalla Casertana.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA