Immigrato ucciso, preso l'assassino:
avevano litigato per un cellulare

Venerdì 27 Dicembre 2019
Immigrato ucciso, preso l'assassino: avevano litigato per un cellulare

I carabinieri hanno fermato a Castel Volturno (Caserta) un immigrato di 22 anni originario della Guinea, perchè sospettato di avere ucciso per futili motivi un 30enne della Liberia. La vittima è stata ritrovata morta questa mattina per strada, in via Mochi a Castel Volturno, con profonde ferite alla testa.

LEGGI ANCHE Immigrato trovato morto in strada con una profonda ferita alla testa: è giallo

Le indagini sono state effettuate dai carabinieri della locale stazione e del Reparto Territoriale di Mondragone, che hanno ascoltato varie persone, ricostruendo in poche ore l'accaduto e identificando il presunto omicida, che è stato rintracciato e fermato.

Secondo quanto emerso, il delitto avrebbe avuto origine da una lite scoppiata tra i due per un cellulare che il 22enne avrebbe venduto alla vittima, e che secondo quest'ultima non funzionava. Il liberiano si sarebbe recato così a casa del venditore per restituire il cellulare, ricevendo un secco rifiuto. È così scoppiata la lite degenerata in strada, dove il 22enne ha colpito con delle pietre la vittima al capo, provocandole ferite letali.

Ultimo aggiornamento: 18:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA