Clan e fiumi di denaro,
assolti Schiavone e il figlio

Clan e fiumi di denaro,
assolti Schiavone e il figlio
di Marilù Musto

  • 40
Il boss Francesco Schiavone «Cicciariello» e il figlio, Luigi, sono stati assolti dal reato di intestazione fittizia di beni, ma i giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere - presidente Luciana Crisci - hanno anche ordinato la trasmissione del fascicolo su Luigi Schiavone in Procura a Napoli. Ancora una verifica va fatta, per i magistrati. Un diversa configurazione del reato potrebbe non rendere inutile l'indagine se si punta, probabilmente, sulla ricettazione.

Tutto iniziò 9 anni fa, nel 2010, quando le forze dell'ordine perquisirono l'abitazione di Luigi Schiavone, figlio del boss dissociato dal clan dei Casalesi, e trovarono alcune somme di denaro. Da allora, iniziarono una serie di indagini e riscontri con le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia. E poi, fu la volta della difesa di Schiavone, rappresentata in aula dai legali Pasquale Diana e Nando Letizia. Le ultime dichiarazioni entrate a pieno titolo nel processo sono quelle di Nicola Schiavone, figlio del boss ergastolano Francesco «Sandokan» e cugino di Luigi. Ora, si dovrà capire cosa farà la Procura antimafia,  pm Graziella Arlomede. 
Mercoledì 20 Marzo 2019, 02:45 - Ultimo aggiornamento: 20-03-2019 06:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP