Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Confindustria Campania, obiettivi primari
autonomia energetica e stop fuga cervelli

Martedì 12 Aprile 2022
Confindustria Campania, obiettivi primari autonomia energetica e stop fuga cervelli

Autonomia energetica come obiettivo primario e poi lo stop alla fuga di cervelli tramite incentivi. Sono le due «sollecitazioni» avanzate dal presidente di Confindustria Campania Gianluigi Traettino dal palco dell'assemblea dell'unione industriali di Caserta organizzata al centro orafo Tarì di Marcianise. Davanti al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, Traettino afferma che «l'Italia deve rendersi autonoma dal punto di vista energetico altrimenti le nostre aziende presto si fermeranno; le istituzioni devono favorire rapidamente la transizione ecologica».

Traettino sottolinea poi come la seconda criticità specie al Sud e in Campania «è la diaspora di migliaia e migliaia di nostri ragazzi che da noi non trovano opportunità e neanche servizi efficienti. Con il presidente De Luca stiamo ragionando sulle soluzioni, e abbiamo compreso che l'unica opzione possibile per fermare questa fuga è creare un sistema di incentivi per convincere i giovani restare e investire nel miglioramento dei servizi per colmare il gap con gli altri territori».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA