Contrabbando di sigarette dall'Est Europa:
12 arresti tra Napoli e Caserta

Martedì 30 Novembre 2021
Sigarette di contrabbando sequestrate

La guardia di finanza di Caserta ha eseguito un'ordinanza emessa dal gip di Napoli su richiesta della Dda partenopea nei confronti di 12 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, con base operativa nelle province di Napoli e Caserta. Nell'ambito della stessa operazione è stato eseguito il decreto di sequestro preventivo di 16 automezzi utilizzati per il trasporto di sigarette.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, l'organizzazione contrabbandava tabacchi lavorati esteri provenienti da Paesi dell'Europa orientale - Polonia, Ungheria e Ucraina - da commercializzare principalmente in Campania. Le indagini, tra il 2018 e il 2021, hanno consentito l'arresto in flagranza di reato di contrabbando di 41 soggetti, il sequestro di oltre 31 tonnellate di sigarette di contrabbando, 4 autoarticolati, 6 furgoni e 24 autovetture utilizzati per l'attività illecita.

Video

Sono stati inoltre individuati 11 depositi utilizzati per lo stoccaggio delle sigarette dislocati in diverse regioni del territorio nazionale, ma principalmente in Campania. Dagli accertamenti è emerso che il gruppo criminale si è avvalso, per il trasporto delle sigarette di contrabbando, di numerosi automezzi fittiziamente intestati a terzi o locati presso società di autonoleggio,appositamente modificati per l'occultamento della merce, nonché di spedizionieri ignari del prodotto illecito trasportato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA