Coppia bloccata in Venezuela,
​la Farnesina chiama il sindaco

di Gabriella Cuoco

0
  • 61
Qualcosa si sta muovendo. Alfonso e Monica, che vivono da qualche mese in Venezuela, potrebbero ritornare presto a Santa Maria a Vico. La Farnesina, nella mattinata di ieri, ha preso contatti col sindaco Andrea Pirozzi per annunciargli che nelle prossime ore qualcosa accadrà. La coppia, che abita nell'isola Margarita, nel mar dei Caraibi, vive in un'estrema condizione di disagio. A stento, riesce a comprare il latte al piccolo Natale, nato a fine settembre. La nonna, Ines Manganaro, madre di quattro figli e con un marito disoccupato, sta portando avanti una vera e propria battaglia: «Lo Stato Italiano mi deve aiutare, devo portare mio nipote qui. Lì non può stare, non può morire di fame e rischiare la vita. Il latte deve arrivare col corriere e sono giorni che non mangia. Per mancanza di soldi non riescono nemmeno a svezzarlo e dividono un piatto in due, sono senza corrente elettrica. Oramai, non vivo più e non riesco nemmeno a versare una lacrima.

La mia famiglia qui è destabilizzata. Anche i miei genitori, con tutti i loro problemi, e i parenti non fanno altro che pregare. Intanto, nel primo pomeriggio di ieri, il primo cittadino, che da qualche settimana si sta interessando alla vicenda venezuelana in quanto sono circa trecento i suoi concittadini che vivono lì, specialmente a Caracas, ha contattato la prefettura di Caserta ed ha scritto al presidente del Consiglio dei ministri, Conte per avere un aiuto. Lo ha fatto nella speranza che ci sia un risultato nel più breve tempo possibile.

«Ho bisogno, a questo punto - dice Andrea Pirozzi - di trovare una soluzione e lo devo fare quanto prima. Il bambino lì è a rischio e da primo cittadino deve far di tutto per riportare questa famiglia a Santa Maria a Vico. Non è possibile che ci vuole tutto questo tempo per un via libera al passaporto del piccolo Natale. E' pur vero che in Italia la situazione è diversa, ma abbiamo ora la necessità di affrettare i tempi. La famiglia di Alfonso è disperata e lo è tutta Santa Maria a Vico che sta seguendo la vicenda con il fiato sospeso. Mi auguro, che la Farnesina posso davvero darci una mano, nonostante so che sono stati comunque stanziati dei finanziamenti per i per i cittadini Italiani che vivono in Venezuela. È un atto di vera carità - conclude il sindaco - verso una situazione che potrebbe davvero diventare più complicata di quanto si può immaginare. Resto in attesa e, soprattutto, speranzoso che tutto posso finire nel migliore dei modi. Attendo, ora, solo la telefonata della Farnesina: voglio personalmente andare a prendere all'aeroporto Alfonso, Monica e Natale. Solo allora potrò dire di stare tranquillo, con la vita dei bambini non si scherza».
Venerdì 8 Febbraio 2019, 10:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP