Covid a Caserta, 16 nuovi positivi
e spunta un cluster nella Tam Tam Basket

Venerdì 11 Settembre 2020 di Ornella Mincione e Vincenzo Ammaliato

Sugli ultimi 707 tamponi processati, 16 sono risultati positivi al Covid 19. Questi i numeri dell'ultimo report ufficiale dell'Asl di Caserta pubblicato ieri. C'è anche un numero di guariti: sono 8 coloro che sono definitivamente usciti dal tunnel dell'infezione. Ora sono 595 i guariti dall'inizio della pandemia, mentre 1211 i contagiati. I positivi attuali, invece, sono 568 e 732 i cittadini in quarantena obbligatoria. Ora, non si sa con la certezza dovuta se le guarigioni sono da attribuire a persone risultate infette una volta rientrati dalle vacanze. Come a Lusciano, dove il sindaco Nicola Esposito ha dichiarato: «Purtroppo abbiamo un altro caso di paziente affetto da Covid-19 in paese. Anche in questo caso si tratta di un'asintomatica che è rientrata dalla Sardegna per vacanze ma che da subito, in modo molto scrupoloso, si è messa in quarantena volontaria. Siamo quindi a quota 18 casi in Paese».

LEGGI ANCHE Covid in Campania, via libera ai tamponi privati

È di ieri sera la notizia di sette ragazzi della Tam Tam basket di Castel Volturno risultati positivi al Covid. Gli allenamenti sono cominciati la scorsa settimana e la società sportiva aveva disposto e fatto eseguire i tamponi a tutti i suoi piccoli atleti. Ieri sera sono arrivati i risultati. La Tam Tam è la squadra formata da ragazzi nati in Italia, quasi tutti a Castel Volturno, da genitori africani, fondata da coach Antonelli con una leva completamente gratuita. Gli atleti sono tutti minorenni e asintomatici. Tuttavia, adesso dovranno osservare un lungo periodo di quarantena, e solo dopo l'eventuale tampone negativo potranno tornare alla vita precedente. Intanto, la società sportiva garantisce il massimo dell'assistenza alle famiglie coinvolte. «Molti non hanno i mezzi, né le preparazione per seguire tutte le disposizione previste dai protocolli che gestiscono casi del genere spiega Max Antonelli per questo ci occuperemo delle loro esigenze».
 


Intanto l'Asl da ieri ha pubblicato un avviso in cui comunica proprio ai cittadini del «rientro» che è possibile effettuare tamponi, seguendo la opportuna procedure, al track che si trova nell'area ex sede del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, in via Giulio Douhet. Questo camper fino a due giorni fa sostava nell'area adiacente al Palazzo della Salute. Poi, secondo voci non ufficiali sulla vicenda, i proprietari dello stabile avrebbero comunicato ai vertici dell'Asl circa alcuni problemi legati alla presenza del track in quella zona e l'azienda è stata costretta a spostare l'automezzo. Intanto, il risultato positivo di diversi cittadini ha l'effetto su tutta la comunità cittadina, tanto che gli amministratori hanno deciso di siglare ordinanze restrittive con ulteriori obblighi e vincoli alle norme anti-Covid. Come il sindaco di San Cirpiano d'Aversa Vincenzo Caterino e il primo cittadino di Casaluce Antonio Tatone che hanno ordinato fino al 7 ottobre l'utilizzo obbligatorio della mascherina in ogni spazio aperto, su tutto il territorio comunale e nei luoghi pubblici ed accessibili al pubblico, «incluse le aree all'aperto, gli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nonché gli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea/occasionale».

LEGGI ANCHE Napoli, apre al Cardarelli la nuova area Covid

Un obbligo che vale 24 ore al giorno. Prima di questi sindaci anche il sindaco di Aversa Alfonso Golia aveva firmato un'ordinanza con gli stessi contenuti. Si tratta di comuni che negli ultimi giorni registrano un costante, anche se lieve, aumento di casi. Proprio a Casaluce, dove si contano 11 contagi, una intera famiglia è stata contagiata e a confermarlo è proprio il sindaco Tatone. Stando a quanto riferisce il primo cittadino, i contagiati sarebbero «appartenenti tutti allo stesso nucleo familiare. Sono scattate, naturalmente, tutte le misure sanitarie atte a contenere il più possibile gli effetti del contagio - dice il sindaco che rassicura sulle loro condizioni di salute -. Non sono stato autorizzato a divulgare i nominativi dei contagiati. Colgo l'occasione per invitare tutti, specialmente i giovani, a rispettare tutte le norme vigenti che tutelano la salute di noi tutti. Il bilancio attuale nel nostro comune è il seguente: abbiamo 8 casi positivi sul territorio comunale e 2 casi positivi residenti a Casaluce ma domiciliati in altri comuni».

Anche a Parete è risultata positiva una bambina proveniente dall'Albania con la sua famiglia. Stando alle notizie ufficiose, solo la bimba è risultata positiva, ma l'intera famiglia è stata posta in quarantena obbligatoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA