CORONAVIRUS

Covid a Caserta, porte aperte:
vaccini senza più prenotazioni

Martedì 3 Agosto 2021 di Ornella Mincione
Covid a Caserta, porte aperte: vaccini senza più prenotazioni

A tre giorni dall'obbligo del Green Pass, l'Asl di Caserta apre le porte a tutti in tutti gli hub vaccinali, non soltanto i quattro in cui erano accolti quei residenti che non avevano effettuato una registrazione in precedenza. Oltre gli hub del centro commerciale Campania, dei presidi di Francolise, Sessa Aurunca e Piedimonte Matese, anche i centri di Aversa, Marcianise, la caserma Magrone di Maddaloni e un drive in a Teano, presso la collina di Sant'Antonio, potranno vaccinare persone che non hanno la prenotazione. Ciascun hub è disponibile in determinate fasce orarie, tutte riportate sulla home page dell'Asl.

Un'apertura voluta dalla direzione dell'azienda sanitaria casertana guidata da Ferdinando Russo. Dal 6 agosto infatti, secondo l'ultimo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, sono tanti i posti e le strutture dove sarà possibile accedere soltanto con la certificazione della vaccinazione effettuata: basterà anche solo la prima dose per poter avere il pass sanitario. Tra i siti, anche le piscine tanto utilizzate in queste settimane da chi non ha in programma e spostamenti. Anche per questi ultimi l'obbligo è molto vincolante: per viaggiare è necessario il Green Pass o in alternativa il tampone molecolare delle ultime 48 ore, in media.

L'Asl di Caserta ha dato tutti gli strumenti necessari ai cittadini per potersi vaccinare anche senza prenotazione, soltanto presentando il codice fiscale e la propria tessera sanitaria. Certo, l'hub che più velocemente può erogare il servizio è quello allestito nei duemila metri quadrati all'interno del centro commerciale Campania. Qui esiste un sistema detto all'americana: l'utente resta seduto in attesa che arrivi il medico con l'infermiere che somministra la dose. L'utente a questo punto attenderà i 15 minuti di osservazione post vaccino senza alzarsi da quella stessa sedia per poi andare via allo scadere del tempo di osservazione. Sono almeno ottanta le sedie sistemate in un'area dell'hub del Campania attraverso le quali gira il carrello medico per le somministrazioni. Si tratta di un sistema rapido, smart' come viene definito, che consente di vaccinare velocemente quasi cento pazienti ogni ora, senza considerare che mentre l'equipe medica continua il giro i primi pazienti assistiti possono andare via e lasciare il posto al paziente successivo.

Video

Altro metodo innovativo messo in campo dall'Asl casertana è quello del Drive in. Un truck mobile trasformato in punto vaccinale sosterà ogni giorno dalle 9 alle 13 a Teano: un punto strategico per diversi centri comunali delle vicinanze i cui abitanti potrebbero avere non poche difficoltà a raggiungere i centri delle città più grandi. Anche qui è tutto rapido e la vaccinazione può essere effettuata anche senza far scendere il paziente dalla macchina. Tutto questo è stato messo a disposizione del cittadino che non dovrà per forza seguire la procedura di registrazione attraverso il link fornito dalla piattaforma regionale.

Per ora sembra che i casertani stiano rispondendo agli incentivi promossi dall'azienda sanitaria casertana. Fino alle 17.13 di ieri, sono state 601.710 le prime dosi erogate, di cui 521.291 i richiami. Il superamento della quota di 600.000 prime dosi fa ben sperare circa il raggiungimento delle 650mila vaccinazioni, ovvero il 70% della popolazione coperta dal farmaco anti Covid, requisito indispensabile per parlare di immunità di gregge. Nel frattempo, sono solo 4 i nuovi positivi emersi dalla processazione di 141 tamponi, con un'incidenza del 2,84%. Non ci sono altri decessi registrati, ma tre guarigioni certificate. Ora sono 569 i positivi attuali, solo uno in più rispetto al giorno precedente.

Ultimo aggiornamento: 21:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA