Vaccini Covid, boom di richieste a Caserta:
adesso la terza dose si fa solo ai prenotati

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Ornella Mincione
Vaccini Covid, boom di richieste a Caserta: adesso la terza dose si fa solo ai prenotati

Sono circa 184mila le terze dosi erogate fino a ora, più precisamente 184.462. Un numero abbastanza alto se si considera che la forte sensibilità dei casertani a richiedere la dose aggiuntiva ha trainato di fatto anche diversi indecisi, ora spronati ad aderire alla campagna vaccinale. Per questi ultimi valgono le misure di libertà entrate in vigore questa estate, ossia possono recarsi presso gli hub e richiedere il vaccino senza prenotazione. Cosa diversa, invece, per i cittadini che richiedono la terza dose.

Nell'ultima settimana, infatti, è stato sotto gli occhi di tutti il gran caos sorto presso alcuni dei centri più grandi della provincia, come quello allestito nella caserma Ferrari Orsi in via Laviano a Caserta, tanto de rendere necessario un cambiamento nelle modalità di accesso degli utenti. L'Asl casertana, diretta dal manager Ferdinando Russo, ha diramato una nota relativa proprio alla richiesta della terza dose agli over 18 anni, purché siano trascorsi almeno cinque mesi dalla seconda somministrazione. «Al fine di ridurre i disagi determinati da accessi non programmati e garantire a tutti la possibilità di ricevere la dose booster, è stato attivato questo portale dedicato alla prenotazione - si legge nella nota - Per accedere è necessario registrarsi preventivamente all'indirizzo: https://web.aslcaserta.it/3DosePerTutti. Per poter correttamente effettuare la registrazione sono indispensabili: codice fiscale, numero di tessera sanitaria, indirizzo e-mail e numero di telefono cellulare. Tutti i cittadini correttamente registrati e successivamente verificati nelle fasi di back-office da questa amministrazione, riceveranno nelle ore successive la registrazione, sms ed e-mail di conferma appuntamento. In caso di mancata ricezione dell'sms, dopo almeno 24-48 ore, per conoscere luogo, data e ora dell'appuntamento, sarà sufficiente inquadrare il QR code presente sulla propria cedola di prenotazione. Si raccomanda, infine, di prestare la massima attenzione nell'inserimento dei dati, in particolare del numero di telefono e della e-mail (unici riferimenti di contatto), in quanto non sarà possibile modificarli successivamente. È consigliato per ogni utente rispettare l'orario di ingresso con una tolleranza di mezz'ora prima e dopo l'appuntamento. In assenza di sms o di e-mail di prenotazione non si potrà accedere alla vaccinazione».


Nel frattempo si accelera sull'organizzazione della campagna vaccinale dedicata ai più piccoli, i cittadini con età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Per ora sono stati focalizzati i due hub dedicati, che saranno allestiti presso l'Iperion di Caserta e il Medì di Teverola, dove insiste già un altro hub dedicato agli adulti. Dovrà essere tutto pronto entro il 16 dicembre, data in cui il Governo farà partire la vaccinazione anti Covid anche per i bambini. Sembrerebbe che in questo momento l'Asl di Caserta stia ancora lavorando ai termini della collaborazione con i pediatri di libera scelta del territorio e con loro saranno operativi anche i medici di Medicina generale.

Video


Intanto secondo il monitoraggio dell'azienda sanitaria casertana fino alle 17.38 di ieri, 718.999 cittadini hanno ricevuto la prima dose di vaccino, di questi, poi, 648.386 anche il richiamo. Stando ai numeri trasmessi dall'Asl, 184.462 anche la terza dose. È indicativo come proprio con l'acuirsi del clima freddo la sensibilità dei cittadini alla campagna vaccinale prenda più forza. È probabile che i timori per il contagio siano aumentati, dato l'andamento della curva epidemiologica nelle ultime settimane. Anche ieri il report quotidiano pubblicato dall'Asl di Caserta accerta altri 187 casi, emersi dalla processazione di 2.273 tamponi, con un'incidenza dell'8,23%. Ragione in più per aderire alla campagna vaccinale e osservare con maggiore attenzione alle misure anti contagio. È stato notificato anche un altro decesso legato al virus e sono state certificate 154 guarigioni. Ad oggi, il numero degli ammalati attualmente in cura è 3.340, 32 in più rispetto alla giornata precedente.
 

Ultimo aggiornamento: 21:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA