Domiziana con le luci e la pista ciclabile:
500mila euro per fermare gli incidenti

Venerdì 24 Settembre 2021 di Pierluigi Benvenuti
Domiziana con le luci e la pista ciclabile: 500mila euro per fermare gli incidenti

La Domiziana si rifà il look nel tratto urbano di Mondragone. Sono stati finanziati dalla regione Campania gli interventi per la riqualificazione della litoranea progettati dall'amministrazione comunale.

Lo stanziamento è di 500mila euro ed è stato concesso con i fondi regionali per gli interventi di riqualificazione urbana. Serviranno per i lavori di urbanizzazione del tratto nord della statale, compreso tra l'incrocio con via Padule e la località Le Vagnole, dove saranno realizzati l'impianto di pubblica illuminazione, i marciapiedi e la pista ciclabile. Sono opere necessarie per aumentare la sicurezza di una zona interessata, negli ultimi decenni, da una forte espansione residenziale e dove insistono numerose strutture ricettive, ristoranti e lidi balneari. Un'area teatro di numerosi incidenti, anche mortali, che hanno coinvolto ciclisti e pedoni. Si tratta infatti dell'ultimo tratto di Domiziana di competenza del Comune privo dell'impianto di pubblica illuminazione.

La notizia dello stanziamento è stata data l'altro giorno dalla direzione generale per il governo del territorio della Regione Campania in una nota indirizzata al sindaco Virgilio Pacifico. Nell'atto è stato anche chiesto all'amministrazione di procedere all'invio della documentazione tecnica ed amministrativa relativa all'intervento per consentire di procedere ai successivi adempimenti. Il primo cittadino ha subito espresso la propria soddisfazione per lo stanziamento sottolineando la rilevanza dell'opera: «L'illuminazione della Domiziana nel tratto Fiumarella - le Vagnole rappresenterà un'opera unica, capace di mettere in sicurezza cittadini, attività commerciali e turisti». Pacifico ha poi ringraziato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca e il presidente della Commissione Ambiente del Consiglio Regionale, Giovanni Zannini «per aver mantenuto la parola data ai cittadini di Mondragone». Il sindaco infine ha assicurato che «i lavori saranno realizzati in tempi rapidi».

Video

Per un finanziamento concesso, un altro è stato richiesto. È quello per il progetto di completamento dei lavori per la riqualificazione e la messa in sicurezza del palazzo ducale. L'intenzione dell'amministrazione è di finanziare l'opera con i fondi messi a disposizione dei Comuni dal Ministero dell'Interno per interventi finalizzati alla messa in sicurezza di edifici pubblici del territorio. Il piano messo a punto dall'ufficio tecnico dell'ente prevede la demolizione di alcune superfetazioni presenti nel cortile esterno del palazzo e la messa in sicurezza del complesso, in particolare del primo e del secondo livello anche mediante la verifica e la sistemazione di eventuali dissesti presenti nelle fondazioni. In particolare, il progetto di messa in sicurezza e rifunzionalizzazione del lato ovest del complesso, dove si apre la scala d'onore, prevede il consolidamento delle murature portanti e delle fondazioni, il recupero e il consolidamento delle volte, la deumidificazione delle murature, il recupero del corpo scala del lato nord. La spesa prevista è di poco inferiore ai 900mila euro.

Ultimo aggiornamento: 17:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA