Sesso tra clochard sotto i portici,
a Caserta monta l'indignazione

Effusioni e petting fra clochard
in centro, scatta l'indignazione
ARTICOLI CORRELATI
di Marilù Musto

  • 559
Urinano negli spazi pubblici, dormono all'aria aperta o sotto i portici, a volte occupano l'intero marciapiedi con coperte e cibi di ogni genere, ma anche con tanto, tantissimo alcol. Sono i senzatetto della città di Caserta che da anni sostano davanti alle uscite di emergenza della banca popolare di via Battisti a Caserta. Questo pomeriggio, però, due clochard si sono lasciati andare a scene di sesso. Petting, niente di più, ma tanto è bastato per far scattare la protesta di alcuni negozianti nei dintorni. I due clochard in questione sono assistiti dalle comunità di volontari delle due parrochie del centro. Più volte è stato chiesto loro di vivere in degli alloggi, ma dopo un breve periodo di assistenza, sono tornati in strada per scelta.

Fra le tante associazioni che si occupano dei senzatetto a Caserta c'è l'Angelo degli Ultimi: i medici e gli infermieri curano - nei loro giorni liberi dal lavoro - le persone che scelgono di vivere in strada. La città turistica in estate si riempie di visitatori che arrivano a Caserta per entrare nella Reggia. La strada di accesso nel cuore della città è costellata di clochard che, qualche volta, si riparano anche in piazza Carlo III, nei giardini curati da Confindustria.
 
Martedì 18 Giugno 2019, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 19:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP