Marino: «L'asse Caserta-Napoli
con Manfredi è possibile»

Mercoledì 13 Ottobre 2021 di Lia Peluso
Marino: «L'asse Caserta-Napoli con Manfredi è possibile»

Il candidato sindaco del centrosinistra Carlo Marino, ieri mattina, ha incontrato il neo sindaco di Napoli Gaetano Manfredi che è venuto a Caserta per rimarcare il sostegno al ballottaggio a Marino. Un incontro per ribadire l'importanza della collaborazione tra sindaci su temi come le politiche sociali, i beni comuni, il corretto utilizzo dei fondi del Pnrr e la transizione ecologica. «Con Gaetano Manfredi vogliamo continuare - ha affermato Marino - un lavoro già avviato: quello di mettere in rete i comuni in un progetto univoco, il che significa, tra l'altro, funzioni speciali da esercitare insieme, programmazione del recovery coordinata in un'unica ottica di sviluppo su scala regionale, il tutto per garantire occasioni alla nostra terra e ai nostri giovani. Questo lavoro - ha spiegato il sindaco Marino nel corso della conferenza stampa - lo possiamo fare con una filiera di sindaci competenti, seri e capaci e nel dire questo intendiamo che non basta solo essere bravi ad intercettare i soldi, la vera sfida è quella della capacità di spesa di quei fondi che devono servire soprattutto a costruire e dare forza alle infrastrutture immateriali offrendo risposte agli invisibili e a chi è in difficoltà».


Il sindaco di Napoli ha detto: «Sono qui per portare il mio sostegno a questa battaglia elettorale importante. Carlo Marino, da sindaco e da presidente Anci Campania ha portato avanti una politica di governo degli enti locali basata sulla competenza, sulla trasparenza e su una rappresentanza nuova del mezzogiorno. A Napoli - ha aggiunto Manfredi - i cittadini hanno premiato fortemente il progetto, i contenuti di supporto alla dignità delle persone e una proposta fatta di politica e civismo in una logica europeista. Noi guardiamo a un paese in cui ci può essere una crescita importante e si possa tornare a costruire delle opportunità».

LEGGI ANCHE Elezioni: ballottaggio Marino-Zinzi, a Caserta nessun patto con le liste

Il Pd negli ultimi giorni di campagna elettorale ha schierato i rappresentanti nazionali per sostenere Marino. Oggi pomeriggio, al Forum Caserta, è attesa Marina Sereni, viceministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che interverrà al dibattito Caserta 2021-2026, città di pace e inclusiva. I saluti e l'introduzione saranno di Enrico Tresca, segretario cittadino Partito democratico e di Franco De Michele, assessore Pd al comune di Caserta. Al dibattito interverrà anche Marino. «La presenza di Marina Sereni, che con Caserta ha sempre tenuto un contatto costante, è la testimonianza - ha affermato De Michele - della vicinanza dei vertici nazionali del Pd alla città e dell'importanza, politica ed amministrativa, di sostenere uniti e forti Carlo Marino come sindaco della nostra città. Questa campagna elettorale ha ormai assunto una rilevanza che va oltre i confini cittadini e ne dobbiamo essere consapevoli. Quello che oggi non può sfuggire è che al dato amministrativo si accompagna un valore politico più generale che ci deve vedere tutti far fronte comune: non possiamo permetterci una città spostata politicamente sui valori sovranisti rappresentati dalla Lega di Salvini. Noi vogliamo una città diversa da quella proposta dalla Lega e dal suo candidato».

Domani, invece, è atteso il leader nazionale del Pd, Enrico Letta, alle 18, presso palazzo Paternò. La strategia del Pd e della coalizione di centrosinistra è di allargare il campo della propria area politica aprendo agli schieramenti degli altri candidati a sindaco da Pio Del Gaudio, Raffaele Giovine, Romolo Vignola ed Errico Ronzo i quali non si sono schierati a sostegno di nessuno dei due sfidanti, però, tutti hanno rimarcato la necessità di frenare l'avanzata della Lega a Caserta.
È su quest'ultimo aspetto che Marino sta facendo leva durante la campagna elettorale ma soprattutto nel corso di quella per il ballottaggio. Ultimi giorni di messaggi elettorali ed invito al voto prima del silenzio che partirà dalla mezzanotte di venerdì e si chiuderà dopo il voto per lasciare spazio allo scrutinio e quindi all'individuazione del nuovo sindaco di Caserta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA