Festa della donna 2022,
ecco le iniziative nel Casertano

Festa della donna 2022, ecco le iniziative nel Casertano
Martedì 8 Marzo 2022, 14:45
3 Minuti di Lettura

Sono tante le iniziative organizzate nel Casertano per la festa della donna. La polizia di Stato ha allestito un gazebo in questa piazza Dante a Caserta (dalle 9 alle 13), per offrire alla cittadinanza un servizio di informazione, sensibilizzazione ed aiuto sui temi del contrasto alla violenza di genere, con l'obiettivo di aiutare le donne a difendersi da violenze fisiche e psicologiche; presente anche un'equipe multidisciplinare, composta da personale specializzato della polizia di Stato, dei centri antiviolenza e di enti o associazioni presenti sul territorio, che hanno effettuato colloqui interpersonali per illustrare gli strumenti di legge e di sostegno relativi all'attività di prevenzione e contrasto alla violenza domestica, affinché le vittime trovino la forza e il coraggio per denunciare; è stato anche sarà distribuito un volantino pieghevole informativo.

A Maddaloni, allo storico Convitto nazionale intitolato a Giordano Bruno, è andato in scena il convegno denominato «Sei bellissima». La sostituta procuratrice di Santa Maria Capua Vetere Mariangela Condello si è soffermata sulle ridotte capacità reddituali della donna in relazione all'omesso mantenimento, un'arma di ricatto usata spesso dagli uomini e che spinge molte donne a rimettere le querele e a rinunciare dunque ad avere giustizia, mentre l'avvocata Rossana Ferraro ha parlato delle violenze via web, delle nuove violenze sessuali di carattere virtuale, del delitto d'onore, del matrimonio riparatore abolito in Italia appena nel 1981, e che scandalizzato e ha fatto commuovere più di una studentessa. C'è stato anche un interessante dibattito con gli studenti del Convitto, si è parlato di gelosia e molti studenti inoltre hanno chiesto informazioni sul Ddl Zan.

Video

A Marcianise, alla sede della multinazionale St Microelectronics, è stato invece organizzato un webinar per sensibilizzare le studentesse delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado sull'importanza di scegliere di intraprendere dei percorsi di studi universitari dell'area Stem (Scienze Fisiche, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). Sulla piattaforma Microsoft Teams, si sono ritrovate studentesse di scuole campane, ma anche di altre regioni, quali Lombardia e Sicilia, per ascoltare le testimonianze dell'ingegnera Sofia Massascusa, che lavora da anni in gruppi di lavoro in tutto il mondo, occupandosi dei processi di standardizzazione, per garantire la sicurezza dei beni prodotti, di Anna Castiello, giovane ingegnera elettronica, e di Luisa Fracassini, manager del gruppo St Microelectronics.

«Questa iniziativa - ha spiegato il direttore dello stabilimento della ST Microelectronics di Marcianise, Pasquale Cuomo - ricopre un'importanza particolare, perché cerca di aprire il dibattito su un argomento cruciale per il futuro del nostro Paese, ovvero il contributo fondamentale delle donne alla crescita nel campo delle scienze e della tecnologia»

© RIPRODUZIONE RISERVATA