L'ultimo saluto di Formia a Romeo,
il 17enne ucciso da un coetaneo

Domenica 21 Febbraio 2021
L'ultimo saluto di Formia a Romeo, il 17enne ucciso da un coetaneo

L'ultimo saluto a Romeo Bondanese, sono in corso a Formia i funerali del ragazzo ucciso martedì sera con una coltellata da un coetaneo. Il feretro è appena arrivato nella chiesa di San Giovanni Battista. La bara bianca è stata portata a spalla in chiesta, ad attenderla una folla addolorata e composta, nel rispetto ovviamente delle normative anti Covid. Un dolore straziante quello della famiglia, ma anche quello di una comunità che non si dà pace per una vita stroncata a soli 17 anni in pieno centro città. C'era tanta gente, erano le 19,30 di martedì grasso, ma nessuno è riuscito a impedire la tragedia, probabilmente nessuno ha percepito la gravità  di quanto stava succedendo fino a quando Romeo si è accasciato su quella panchina ora ricoperta da fiori e biglietti.

 

Formia, trovata in mare un'arma: forse ha ucciso il ragazzo. Domani l'addio a Romeo

Lo studente infatti è stato accoltellato da un ragazzo addirittura più giovane di lui di qualche mese, ancora sedicenne, arrivato con un gruppo di amici dalla provincia di Caserta. Secondo le prime ricostruzioni tutto è partito da qualche parola di troppo, toni concitati, provocazioni e poi le mani, e infine il ragazzo di Casapulla che tira fuori il coltello e la ferita all'inguine di Romeo e quella alla coscia del cugino, ma per la giovane vittima quella lama è fatale, recide l'arteria femorale e il giovane muore pochi minuti dopo essere arrivato all'ospedale di Formia,  il Dono Svizzero.

Formia, rissa tra due gruppi rivali di ragazzini: 17enne muore accoltellato

Migliaia le persone presenti ai funerali di Romeo, la bara ricoperta di fiori bianchi è stata portata a spalla dai giovani amici e dai compagni di classe dell’Istituto Nautico Caboto. L’Arcivescovo Luigi Vari durante l’omelia ha espresso la vicinanza della comunità alla famiglia dello studente e rivolto un appello ai giovani a rispettare i valori sacri della vita, lontano dalla violenza. Alle esequie sono intervenuti anche il prefetto di Latina Maurizio Falco, il questore Michele Spina ed il commissario straordinario Silvana Tizzano. Al termine della cerimonia un docente del Nautico, amici  e compagni di scuola hanno letto messaggi che rimarcavano il profondo dolore della tragica scomparsa di Romeo, per gli amici “Baby Rom”. All’uscita del corteo tanti applausi e palloncini biancazzurri lanciati in aria. Commosso intervento dello zio di Romeo, Salvatore Orsini, che rivolgendo un ringraziamento per la grande e calorosa partecipazione ha ricordato che la famiglia non chiede vendetta, ma giustizia.

Ultimo aggiornamento: 17:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA