Caserta, il Consiglio di Stato riammette
al concorso gli infermieri precari

Lunedì 21 Dicembre 2020 di Domenico Zampelli
L'ospedale di Caserta

Il Consiglio di Stato bacchetta l’azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” per il concorso pubblico finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di 60 Operatori Socio Sanitari. Una procedura impugnata da 61 infermieri e operatori socio sanitari precari, che contestavano la mancata riserva (almeno in misura del 50%) proprio per la stabilizzazione del personale precario.

A fine ottobre un decreto del presidente della terza sezione di Palazzo Spada, Franco Frattini, ne aveva invece disposto l’ammissione con riserva. Cosa che al momento non è avvenuta. Per cui, accogliendo un ricorso per l’ottemperanza, il Consiglio di Stato ha ordinato all’azienda ospedaliera casertana di formalizzare la riammissione entro 15 giorni. In mancanza dovrà intervenire il Prefetto, quale commissario ad acta. Azienda condannata anche alle spese di giudizio (tremila euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA