«Il ladro può evadere»
Così il giudice lo libera

L’uomo sorpreso con cacciavite e chiave inglese
di Marilù Musto

  • 808
Aversa. Se si fosse rivolto direttamente ad Astrea, la dea della Giustizia nella mitologia greca, probabilmente non avrebbe avuto tanta fortuna. Ma si è rivolto a un tribunale italiano. E la fortuna lo ha baciato, liberandolo. È la sorte toccata a Francesco Raniero, ladro arrestato ad Arzano la notte del 9 ottobre dai carabinieri della locale stazione. Con un cacciavite, la torcia e la chiave inglese era stato sorpreso a rubare oggetti e pezzi all’interno di una vettura Golf Wolkswagen in via Benedetto Croce.

Un ladro di tutto rispetto: aveva l'essenziale con sé per mettere a segno il colpo, che non era certo quello del secolo, ma andava benissimo lo stesso.

Sbattuto nella cella di sicurezza dai militari, il giorno dopo è finito davanti al giudice monocratico del tribunale di Napoli nord ad Aversa. Che per lui ha deciso la scarcerazione. Il magistrato, nella sua motivazione, scrive: «Ritenuto che sussistono gravi indizi di colpevolezza e che esiste il pericolo di reiterazione del reato, inoltre la misura degli arresti domiciliari non appare efficace perché il Raniero è gravato da precedenti penali in materia di evasione, il giudice rigetta la misura degli arresti domiciliari e dispone la liberazione dell’imputato».

Insomma, siccome Francesco Raniero è un professionista del mestiere ed è inutile applicare gli arresti domiciliari, tanto scapperà, allora è meglio lasciarlo libero da subito.



C’è però un cavillo giuridico che traccia la strada della decisione, motivata il 9 ottobre in una pagina. Il giudice monocratico non può applicare una misura cautelare più grave se il pubblico ministero non la richiede.
E così, il ladro è tornato ad Arzano perché «una misura meno afflittiva non appare adeguata per arginare il rischio» che si ripetano furti ed evasioni. Le carceri, inoltre, scoppiano. Con buona pace dei cittadini e degli automobilisti delle varie Wolkswagen. Tutti ad Arzano e dintorni sono a conoscenza, adesso, che servono pezzi di ricambio della Golf.
Venerdì 13 Ottobre 2017, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 09:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP