Il liquore AmaRè in limited edition, Sgarbi seleziona le nuove bottiglie

di Enrica Buongiorno

Le nuove bottiglie di “AmaRè” selezionate da Vittorio Sgarbi. L’amaro prodotto dall’Antica Distilleria Petrone e ottenuto da una selezione di erbe del Giardino Inglese nella Reggia di Caserta avrà una “veste” tutta nuova grazie al concorso lanciato nel 2018 e legato alle nuove bottiglie in ceramica.

La sala “Mario Liverini” a Telese Terme ospiterà, domenica 10 gennaio alle 19, la cerimonia di premiazione dove il critico d’arte sarà giudice insindacabile della gara che ha visto la partecipazione di artisti, maestri artigiani, hobbisti, scultori, istituti d’arte, licei artistici e associazioni operanti in una delle città campane della ceramica (Ariano Irpino, Cava dei Tirreni, Cerreto Sannita e Vietri). L’Antica Distilleria Petrone, concessionaria in esclusiva per quattro anni del brand AmaRè legato alla Reggia di Caserta, ha creato un liquore naturale attraverso un infuso di varie erbe piante ed agrumi come limone, arancia, bergamotto, canfora, citronella, camelia, cicoria, finocchietto, bacche di mirto, ulivo, zucchero di canna senza aggiunta di coloranti ed aromi.

Vittorio Sgarbi presenterà, per l’occasione, anche il suo ultimo libro “Il Novecento” (edizioni La nave di Teseo) nuova tappa della sua personale storia e geografia dell'arte in Italia che il critico d'arte dedica ai maestri del secolo scorso. All’incontro, moderato da Maurizio Flaminio, sarà presente anche Ferdinando Creta, direttore dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento e del Museo archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio.
 
Mercoledì 6 Febbraio 2019, 17:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP