Invitalia e Idir Logistica, patto da 23 milioni
per una nuova piattaforma a Maddaloni

Lunedì 24 Febbraio 2020
Realizzare una nuova piattaforma logistica nel comune di Maddaloni, all’interno dell’agglomerato industriale dell’Interporto Sud Europa, e sviluppare un sistema hardware e software per il coordinamento e l’automazione dei processi logistici. Sono questi gli obiettivi del Contratto di sviluppo da 23,4 milioni di euro firmato da Invitalia e Idir Logistica Spa, impresa di Casalnuovo di Napoli attiva nel confezionamento, l’imballo, la pesatura e lo stoccaggio di merci e prodotti. 

L’iniziativa proposta a Invitalia si articola in un progetto di investimento produttivo che ha previsto la riqualificazione di un immobile dismesso già destinato ad attività logistica nel comune di Maddaloni; e un progetto di Ricerca & Sviluppo che punta alla realizzazione di un portale per comandare l’entrata, l’uscita e lo spostamento di materiali all’interno del magazzino semi-automatizzato, coordinando i flussi operativi (relativi ai prelievi ed alle consegne) tramite sensori e tecnologie “RfiD”. L’impatto occupazionale previsto complessivamente dal progetto di investimento è pari a 39 nuovi addetti. 

Invitalia ha stanziato circa 12,5 milioni di euro di agevolazioni: 11,7 per il progetto industriale (4,7 a fondo perduto e 7 come finanziamento agevolato) e oltre 840 mila euro per il progetto di Ricerca&Sviluppo.

«La crescita costante e le trasformazioni in atto nel settore della logistica conto terzi stanno influenzando notevolmente l’organizzazione delle aziende, per le quali diventa sempre più importante ottimizzare la distribuzione fisica dei prodotti e ridurre i costi – ha dichiarato Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia. L’investimento di Idir, sostenuto dal contratto di sviluppo, va proprio in questa direzione e si inserisce nell’Interporto Sud Europa che già di per sé è una leva importante per lo sviluppo economico della zona». © RIPRODUZIONE RISERVATA