Jabil, assemblea operaia infuocata:
si decide di proseguire lo sciopero

Martedì 16 Luglio 2019
Al termine di un'infuocata assemblea, l'ennesima dall'inizio della vertenza oltre tre settimane fa, i lavoratori dello stabilimento di Marcianise della Jabil, multinazionale americana delle Tlc, hanno deciso di proseguire lo sciopero, in corso ormai dal 24 giugno. I 706 dipendenti chiedono il ritiro della procedura di licenziamento per 350 addetti del sito casertano avviata dall'azienda. I lavoratori sciopereranno almeno fino a giovedì 18 luglio, data in cui i sindacati incontreranno alla sede di Confindustria Caserta i vertici della Jabil. «La lotta prosegue - dice il segretario della Fiom-Cgil di Caserta Francesco Percuoco - anche se i lavoratori sono stanchi dopo quasi un mese di scioperi e continue assemblee; giovedì ci aspettiamo un'apertura da parte della Jabil». «È arrivato il momento di sedersi attorno al tavolo - dice Mauro Musella, dipendente e delegato Uilm - noi lavoratori diciamo basta al muro contro muro».  © RIPRODUZIONE RISERVATA