La Casertana batte il Catania,
scontri tra tifosi al termine della partita

Domenica 3 Settembre 2017 di Domenico Marotta
La Casertana batte il Catania, scontri tra tifosi al termine della partita

La Casertana batte al Pinto 1-0 il Catania (decide la rete di De Marco al 33esimo del secondo tempo) e conquista i primi tre punti in campionato di serie C.
Al termine dell'incontro momenti di tensione: un gruppo di tifosi locali ha colpito con una sassaiola l’autobus che trasportava i siciliani. I fatti sono avvenuti poco dopo la fine della partita, a Caserta, all’incrocio tra Via Falcone e Via Borsellino. Secondo fonti della Questura, un gruppo di facinorosi, appostato nei pressi delle case popolari di Parco Falcone, approfittando dell’oscurità, ha iniziato un fitto lancio di pietre nei confronti dei siciliani. I tifosi del Catania, a quel punto, sono scesi dal pullman cercando il contatto con gli aggressori. Le forze dell’ordine, che scortavano i siciliani diretti alla Variante Anas per raggiungere il casello autostradale, sono intervenute con una carica di alleggerimento ed il lancio di due lacrimogeni. A quel punto tanto i catanesi quanto i casertani si sono dispersi. Danneggiato l’autobus che trasportava i siciliani e distrutto il lunotto posteriore di un’auto della Digos. Questa al momento la conta dei danni. Non risultano tifosi feriti né fermati anche se l’attività di indagine della polizia è già iniziata. Non è la prima volta che a Caserta si verificano scontri tra tifosi locali ed i catanesi.

Già due stagioni or sono, in occasione della gara d’andata, la polizia fu costretta ad intervenire per fermare un gruppo di siciliani che, giunti in città dopo l’inizio della gara, avevano dato vita ad una serie di disordini per la strada. In quell’occasione un agente della Digos fu costretto a sparare un colpo in aria per disperdere i facinorosi. L’anno scorso divieto fu di trasferta sia all’andata che al ritorno. Analogo provvedimento era previsto anche per la partita di ieri ma il Gos ha preferito soprassedere. Gli eventi di ieri potrebbero avere conseguenze anche sulle future decisioni degli organi che autorizzano i tifosi a recarsi in trasferta.  

Ultimo aggiornamento: 01:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA