Lo scandalo analisi all'ospedale:
«Questo è il sistema Scotti»

di Mary Liguori

  • 38
Respinte le istanze di scarcerazione presentate dagli avvocati di Vincenza Scotti e dell'ex primario dell'ospedale di Caserta Angelo Costanzo. La sezione presieduta da Francesco Pellecchia ha deciso che il primario di Patologia in pensione e sua moglie restino ai domiciliari, e ha stabilito che non debba lasciare il carcere Angelina Grillo, il tecnico di laboratorio che avrebbe gestito il centro analisi dell'ospedale Sant'Anna come fosse casa sua. Vincenza Scotti è sorella dell'ex killer della Nco Pasquale Scotti detto o studente ma anche o collier, catturato in Brasile nel 2016 dopo 31 anni di latitanza. Il tribunale del Riesame di Napoli ha respinto le istanze di scarcerazione presentate dal collegio difensivo, avvocati Mario Mangazzo e Alberto Tortolone, ritenendo che siano sussistenti gli elementi indiziari raccolti dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, diretta da Maria Antonietta Troncone.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Agosto 2019, 11:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP