Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lotta al tavolino selvaggio,
sanzionati 25 negozianti

Martedì 2 Agosto 2022 di Luisa Conte
Lotta al tavolino selvaggio, sanzionati 25 negozianti

Continua la lotta alla «malamovida» da parte della polizia municipale di Caserta, che negli ultimi mesi tiene alta la guardia per evitare nuove risse e per far rispettare le regole visti i nuovi aumenti di casi di Covid. Numerose le sanzioni e i controlli effettua-ti in tutto il mese di luglio. Si parte da un locale multato per non aver rispettato il divieto di somministrare bevande e alimenti dopo le ore 3. Un dato comunque positivo, rapportato ai mesi precedenti quando sono stati «stangati» diversi commercianti, che testimonia come tutti gli altri esercizi commerciali hanno rispettato l'ordinanza sindacale e all'orario stabilito hanno abbassato le serrande.

Verifiche dei caschi bianchi anche sui lavoratori: segnalato all'Ispettorato Nazionale del Lavoro un esercizio commerciale all'interno del quale è stato sorpreso un lavoratore in nero. Si tratta di un quarantacinquenne di Piedimonte Matese che non ha saputo documentare la sua assunzione. Prevista una sanzione da 1.880 a 10.800 euro e lassunzione a tempo indeterminato. Una batosta arriva anche per i titolari dei locali della movida con la lotta al tavolino selvaggio. Scatta la multa per 25 attività, accusate di aver occupazione abusivamente suolo pubblico al fine di aumentare la superficie di somministrazione: le sanzioni sono state elevate in via Turati, piazza Matteotti, largo San Sebastiano, piazza Cattaneo, corso Trieste, via De Martino, corso Giannone, piazza Vanvitelli, piazza Gramsci e largo Sant'Elena. Si ricorda che dall'inizio dell'anno sono state sanzionate ben cinquantadue attività commerciali.

Ma i controlli dei vigili urbani hanno riguardato anche la viabilità, soprattutto il sabato sera, quando la zona viene presa d'assalto dai ragazzini: in piazza Dante è stato fermato un diciassettenne di Afragola sorpreso alla guida di una Fiat 500 ovviamente senza aver conseguito la patente. A carico della madre, proprietaria del veicolo, è stata elevata una sanzione di 5.100 euro per la violazione commessa dal figlio minore e 397 euro per incauto affidamento del veicolo, al quale è stato applicato il fermo per tre mesi. Numerose le sanzioni per violazione del codice della strada, in particolare sono stati rimossi circa 40 veicoli al fine di ripristinare decoro e sicurezza stradale. 

Video

Eseguiti anche quattro trattamenti sanitari obbligatori con scorta del 118 per il trasporto degli interessati presso le strutture ospedaliere di riferimento. Ma l'azione degli uomini guidati dal comandante De Simone non si è fermata qui, oltre ai controlli, sono state emanate cinquantanove ordinanze dirigenziali. I vigili, infatti, hanno dovuto disciplinare il traffico in occasione di manifestazioni, cerimonie e lavori stradali. Particolarmente impegnati in lacune zone dove sono stati attivati dei cantieri per sprofondamento di strade o per lavori. 

Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA