Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nata la Fondazione dell'ex Macrico:
punta all'apertura del Parco Verde

Martedì 31 Maggio 2022 di Nadia Verdile
Nata la Fondazione dell'ex Macrico: punta all'apertura del Parco Verde

CASERTA- È nata stamattina, nell’Episcopio di Caserta, la “Fondazione Casa fratelli tutti” che gestirà l’ex Macrico portandolo verso la rinascita, verso l’apertura alla città e alla comunità.

Voluta fortemente dal vescovo Pietro Lagnese, che ne è il fondatore, e da don Antonello Giannotti, presidente dell’Istituto diocesano sostentamento clero, la Fondazione è stata dotata di un consiglio di amministrazione e di un comitato scientifico di altissimo profilo. Presidente della Fondazione sarà monsignor Giovanni Vella, vicario generale della diocesi. Lo affiancheranno quattro laici scelti tra personalità di riconosciuta stima e competenza da parte del fondatore, appartenenti al mondo accademico, delle professioni e del terzo settore: il notaio Paolo Provitera, il commercialista Vincenzo Parretta, la professoressa Marianna Pignata dell’università Vanvitelli ed Elpidio Pota esperto in gestione di fondazioni al quale il vescovo ha voluto fosse affidato il compito di segretario generale. Nominati anche i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti: Pietro Matrisciano, Alessandro Pisanti e Stefano Coleti. Nel comitato scientifico, ancora suscettibile di integrazioni, suor Alessandra Smerilli, economista Segretario del Dicastero Vaticano per lo Sviluppo Umano Integrale, l’urbanista Elena Granata del Politecnico di Milano, Giovanni Francesco Nicoletti, rettore dell’Università Vanvitelli, gli accademici Enrica Carbone, Nicola Melone e Rosa Castaldo Cobianchi, l’urbanista Stefania Caiazza, suor Rita Giaretta, l’architetta Maria Carmela Caiola, l’ingegnere Gianfranco Tozza e la mediatrice culturale Virginia Crovella, il pastore della Chiesa Pentecostale Giovanni Traettino.

Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 21:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA