Marcianise, la denuncia di Velardi:
«Raid nel mio ufficio, è messaggio»

Lunedì 15 Aprile 2019
Il sindaco di Marcianise Antonello Velardi ha denunciato in un post sul suo profilo Facebook che nella notte ignoti hanno fatto irruzione nel palazzo del Municipio prendendo di mira il suo ufficio ma anche altri locali. «Sono venuti a farci visita - scrive Velardi - sono venuti a far visita al Comune. Non si capisce chi, su mandato di chi, non si capisce che cosa cercavano. Sono entrati nella mia stanza, in quella del segretario, nella mia segreteria, nell'ufficio legale e all'anagrafe. Sono entrati mirati, spero che siano solo dei ladri ma ho i miei dubbi».

Sull'episodio indagano i carabinieri che stanno verificando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza interne ed esterne. «Hanno toccato carte, hanno rovistato nei cassetti, non sappiamo ancora con precisione che cosa hanno eventualmente rubato. E cosa hanno lasciato - dice ancora Velardi - Vabbè, ce lo aspettavamo. Si tratta adesso di individuare non tanto gli esecutori ma i mandanti. In questo raid c'è sicuramente un messaggio. Ci hanno voluto far capire qualcosa».


Il bottino è di appena 25 euro in contanti, dai primi accertamenti realizzati dai carabinieri l'episodio sarebbe da classificare come un normale furto, sebbene le indagini continuino. I ladri sono probabilmente entrati al secondo piano del municipio attraverso l'impalcatura sistemata accanto al Comune; hanno poi rovistato nelle varie stanze a caccia di oggetti di valore, trovando poi solo pochi contanti in uno dei cassetti della segreteria. I carabinieri guidati da Luca D'Alessandro stanno passando al setaccio le immagini delle telecamere esterne per provare ad identificare i responsabili del raid. Ultimo aggiornamento: 14:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA