Mario Pio, la verità dall'autopsia.
E partono nuovi interrogatori

di Mary Liguori

  • 227
La verità emergerà solo in parte dall'autopsia eseguita ieri all'Istituto di medicina legale di Caserta. Sarà possibile stabilire, dagli esami, se oltre al colpo di pistola che l'ha ucciso sul corpo di Mario Pio c'erano altre ferite, segni di colluttazione che potrebbero essere sfuggite all'analisi cadaverica esterna. Ma, soprattutto, i medici legali dovranno mettere nero su bianco ciò che sin da subito è sembrata una certezza: a premere il grilletto è stato Mario Pio e non qualcun altro.

Fatto ciò, sarà il tempo solo del dolore. Per l'intera città di Marcianise, che oggi darà il suo ultimo saluto al 22enne. Ma sarà anche il momento della verità perché se è vero che Mario si è suicidato è altrettanto vero che le ragioni del suo gesto restano avvolte nel mistero. Un mistero che la Procura intende chiarire con la stessa energia profusa nei giorni scorsi quando ogni sforzo è stato profuso per cercare Mario Pio dopo che si è allontanato di casa venerdì per non farvi più ritorno.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 7 Settembre 2018, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 07-09-2018 12:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP