Notte Bianca a Caserta,
ma con debiti: sponsor non pagano

Giovedì 14 Marzo 2019 di Marilù Musto
Notte Bianca a Caserta, ma
​con debiti: sponsor non pagano
Organizzare la  Notte  Bianca a Caserta e stipulare un contratto che impegni gli sponsor a pagare i promotori dell’iniziativa 2018. Far filare tutto liscio la sera dell’8 dicembre cercando di attrarre visitatori e curiosi, in modo che l’economia circoli nel centro storico invece che nel vicino megastore. Scommettere sulla serietà degli sponsor, per poi ritrovarsi con un pugno di mosche in mano. È ciò che è successo agli organizzatori della  Notte Bianca a  Caserta, in particolare alla Bss Animation di  Caserta che ha anticipato con propri fondi le spese dell’evento e ad oggi cinque sponsor non hanno ancora fornito la loro parte. Uno, in particolare, rappresenta un hotel rinomato che da contratto doveva «sborsare» tremila trecento euro e non lo ha ancora fatto. Poi, ci sono imprese e negozi che avevano sottoscritto l’impegno di finanziare l’evento dai 500 ai 700 euro, ma a tre mesi dalla Notte magica di Caserta, manca il pagamento di soli due addetti ai lavori. Così, l’avvocato Gian Piero Menditto si è messo al computer e ora è in procinto di far causa ai cinque imprenditori, chiedendo serietà agli sponsor debitori. «Si rispettino i contratti stipulati!», ha esclamato la toga. L’evento ha registrato la presenza di 40.000 persone in città. Ottima riuscita, tutti contenti. Ma il denaro? Solo alcuni sponsor hanno rispettato il contratto, mentre per la Bss Animation è rimasta a bocca asciutta. Solidarietà all’avvocato è stata espressa da parte del Comune di Caserta, esente da qualsiasi responsabilità. L’ evento completamente gratuito promosso dall’avvocato Gian Piero Menditto, coordinatore della manifestazione, dal suo team di giovani attivisti casertani e da organizzazioni locali ha quindi lasciato alcuni problemi irrisolti sul banco. «Infatti - dichiara l’avvocato - a oggi molti sponsor non hanno pagato il dovuto nonostante la sottoscrizione di contratti, costringendo i promotori, e in particolare la Bss Animation di Caserta, ad anticipare con propri fondi le spese dello evento. Manca il pagamento di soli due addetti ai lavori. Tuttavia - continua l’avvocato - ci sono stati disservizi anche di alcune ditte coinvolte nell’evento stesso oppure ditte che hanno percepito i compensi senza fattura». Per questo motivo l’avvocato tenterà le vie legali per garantire il recupero delle somme anticipate dai promotori e soprattutto per far rispettare i contratti per consentire il saldo agli ultimi addetti ai lavori. Saranno avviati contenziosi nei confronti di coloro che hanno fatto in modo che tutto venisse lasciato in sospeso. Ultimo aggiornamento: 06:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA