Nuovo tribunale a Caserta,
nuova frenata: apre a settembre

Lunedì 17 Giugno 2019 di Biagio Salvati
Saranno operativi il prossimo mese di settembre gli uffici giudiziari nel nuovo polo civile nell'ex Caserma «Mario Fiore» che da domani, 18 giugno, si apprestano ad ospitare i primi arredi, fascicoli e suppellettili provenienti dal cosiddetto «condominio» di via Santagata, struttura in locazione da circa 20 anni ma ritenuta da tutti gli operatori del diritto oltre che dai magistrati, inadeguata e poco dignitosa. Per consentire le prime fasi di operazioni di facchinaggio e trasloco, la presidente del Tribunale, Gabriella Casella, ha firmato, lo scorso 14 giugno, un decreto che ha un oggetto: inequivocabile: «Disposizioni organizzative funzionali al trasferimento del settore civile nella nuova sede», nel quale si informa che saranno sospese tutte le udienze ordinarie (con rinvii stabiliti dai giudici), salvo quelle aventi carattere di urgenza e indifferibilità.
 
L'ennesimo trasferimento non è una novità nel circondario di Santa Maria Capua Vetere, dal momento che la geografia giudiziaria è in continua evoluzione dal 2013, anno in cui fu decisa l'istituzione del tribunale di Napoli Nord che, dopo 6 anni, sta già vivendo momenti di preoccupazione legata al personale sottodimensionato. In questi 6 anni, si è trasformata anche l'edilizia giudiziaria nella città del foro e nei centri della provincia che ospitavano le articolazioni limitrofe. I tempi per la prima fase del trasloco sono stati fissati in 30 giorni e, quando termineranno salvo proroga saranno trascorsi tre giorni dall'inizio della sessione feriale (15 luglio). «Accadrà un po' come già è avvenuto quando abbiamo trasferito gli uffici del Giudice di Pace da via Arena all'ex articolazione del tribunale di via Grafaer a Caserta spiega la presidente Casella si tratta, in effetti, dell'ultimo passo verso l'obiettivo che finalmente siamo riusciti a raggiungere dopo un lungo percorso burocratico. Successivamente, si potrà poi passare all'apertura ufficiale della sede giudiziaria, così come è avvenuto per Palazzo San Carlo. Sarà tutto più agevole con uno sforzo comune di magistrati, personale e avvocatura del foro». Non a caso, c'è stato pieno sostegno dell'azione da parte dell'Ordine forense presieduto dall'avvocato Adolfo Russo, nello spirito della massima sinergica collaborazione istituzionale che sta portando avanti anche ad altre iniziative. Oltre che dai locali di via Santagata, all'ex Caserma Mario Fiore sarà trasferita anche la quarta sezione civile che ad oggi è ubicata negli edifici in località Grattapulci (dove si trova il Giudice di Pace).

Entro settembre occorrerà risolvere anche il problema del parcheggio: quello dell'area interna alla Caserma (accesso in viale Kennedy) oggi si trova chiuso per motivi di sicurezza, ed ospiterà auto di magistrati, personale e se si riuscirà anche un'area per gli avvocati mentre potranno essere utilizzati gli stessi parcheggi che insistono nella zona ricompresa fra il Comune, il Tribunale penale e un nuovo parking in via Fiore (il cui cantiere è stato sequestrato però un mese fa). © RIPRODUZIONE RISERVATA