Omicidio a Cesa, uomo muore dissanguato
dopo una lite al bar: arrestato marocchino

Giovedì 30 Settembre 2021 di Marilù Musto
Ucciso a calci e pugni davanti a un bar, arrestato marocchino

Lite sfociata in omicidio, ieri sera a Cesa. Un ragazzo di origini marocchine ha ucciso a calci e pugni un uomo di 36 anni di Cesa, uscito dal carcere solo qualche giorno fa. La rissa si è verificata all’esterno di un bar in piazzetta De Giorgi per futili motivi, intorno alle ore 22 e 30.

L'omicida è in stato di fermo su disposizione della procura di Napoli nord ad Aversa: dopo essere fuggito in un primo momento, si è poi consegnato ai carabinieri della locale stazione intorno alle ore 4. 

Video

Stando a una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo deceduto, Angelo Marino, avrebbe picchiato e insultato il giovane passante, il quale, reagendo, lo ha pestato a sangue.

Marino è rimasto a terra per circa 20 minuti, ma all'arrivo dell'ambulanza era già morto: i medici hanno tentato di rianimarlo ma è stato tutto inutile. 

Sul caso, sono in corso le indagini dei carabinieri. Angelo Marino , nato a Capua ma residente a Casandrino, pare si trovasse a Cesa perchè ostitato dal padre. Più volte era stato segnalato alle forze dell'ordine e pare avesse subito anche dei provvedimenti di allontanamento da alcuni parenti. Ieri, una violenta lite lo ha coinvolto e ucciso.

Ultimo aggiornamento: 23:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA