Parcheggiatori abusivi,
fino a 5 euro per la sosta

di Ignazio Riccio

La maggior parte sono extracomunitari, ma non mancano italiani, provenienti soprattutto dall'area di Napoli nord. I parcheggiatori abusivi sono ormai diventati il terrore degli automobilisti di Aversa. Giorno e notte chiedono di essere pagati da coloro che sostano con la macchina in diversi punti della città e, in caso di diniego, reagiscono insultando e minacciando il malcapitato o, addirittura, danneggiando le auto parcheggiate.

Un incubo per i cittadini, che si lamentano della mancanza di controlli e della totale assenza di vigili urbani per strada. Tutto questo, nonostante proprio la seconda città della provincia di Caserta sia stata, tempo fa, la prima in Campania a disporre un Daspo urbano contro un giovane che esercitava abusivamente in piazza Marconi, in pieno centro storico cittadino. Il problema resta irrisolto e sono in particolare queste persone a controllare il territorio, diviso in zone di competenza. «Mi devi dare tre euro o non puoi parcheggiare, devi andare via». È ciò che si sentono ripetere minacciosamente gli automobilisti aversani dai parcheggiatori non autorizzati che, di fatto, mettono in atto un'estorsione. I costi aumentano nelle serate dei fine settimana di movida, quando si arriva anche a cinque euro, spesso sborsati per non subire ritorsioni.

«Ho timore di quello che potrebbe accadere - afferma un residente - se mi rifiutassi di pagare gli abusivi, soprattutto nelle ore notturne, quando questi delinquenti agiscono completamente indisturbati». I parcheggiatori abusivi hanno preso d'assalto i punti nevralgici di Aversa. In qualsiasi ora del giorno si posizionano nelle vicinanze della stazione ferroviaria, a piazza Crispi, in via Giolitti, fuori il tribunale di Napoli Nord, al Parco Pozzi, ma anche in pieno centro cittadino.

A piazza Municipio, via Seggio e piazza Marconi si danno il cambio gli extracomunitari, i quali chiedono fino a 5 euro per un'auto in sosta anche durante la settimana. La causa principale del fiorire dei parcheggiatori abusivi è costituita dal mancato funzionamento delle strisce blu. Il servizio a pagamento, di fatto, da tempo, esiste solo sulla carta e di ciò ne approfittano gli irregolari.
Sabato 20 Aprile 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP