Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pista di atletica, parcheggio abusivo
per le notti della movida sregolata

Martedì 2 Agosto 2022 di Nicola Rosselli
Pista di atletica, parcheggio abusivo per le notti della movida sregolata

La movida aversana, anche in piena estate, continua a tenere banco con un episodio eclatante che riguarda il terreno sul quale deve sorgere quella che è oramai definita la «famigerata» pista di atletica leggera.
Più volte l'amministrazione comunale aveva chiuso l'area mettendo un catenaccio alla sbarra che impedisce alle vetture di entrare e, soprattutto, impedisce ai malintenzionati di utilizzare, come fatto sino a poco fa, quest'area come discarica.

Nel fine settimana, per consentire il parcheggio alle numerose autovetture dei clienti di alcuni locali di punta della movida aversana, ubicati sul confine tra Aversa e Carinaro, hanno spezzato, per l'ennesima volta, il catenaccio e fatto parcheggiare gli inconsapevoli clienti al modico prezzo di cinque euro. Insomma, un suolo pubblico utilizzato abusivamente sotto gli occhi di tutti. A dare l'ennesimo allarme sono stati alcuni residenti stanchi dei rumori sino a notte inoltrata provenienti da quella zona. Insomma, al danno la beffa considerato che quel suolo dovrà essere bonificato per poterci realizzare la pista e, al momento, i soldi non ci sono nelle casse comunali.

Ma la movida si è scontrata anche con i controlli operati dai carabinieri della locale compagnia ad Aversa e in diversi comuni confinanti con l'obiettivo di assicurare serate tranquille di svago e divertimento alle centinaia di giovani che giungono ad Aversa dall'Agro, ma anche dall'hinterland partenopeo. 

Video

Nell'ultimo fine settimana, infatti, i carabinieri hanno effettuato controlli nei centri di Aversa, Parete, Teverola e Trentola Ducenta, mirati servizi di controllo del territorio che hanno consentito di denunciare, in stato di libertà, quattro persone ritenute rispettivamente responsabili di: guida senza patente, con recidiva nel biennio; furto di alcuni oggetti, per un valore di 100 euro, dall'interno di uno dei negozi del centro commerciale Medì di Teverola; positività, a seguito di un incidente stradale avvenuto in zona, ai controlli effettuati con l'alcool test; persona colpita da decreto di espulsione dal territorio nazionale. Nel corso del particolare servizio sono state elevate 73 contravvenzioni al codice della strada, sottoposte a controllo 567 persone e 366 veicoli. 

Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 14:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA