Caserta svolta a destra con Magliocca: Fi strappa la Provincia al sindaco dem

  • 78
Giorgio Magliocca, avvocato, 42 anni, è il nuovo presidente della Provincia di Caserta. Il sindaco di Pignataro Maggiore, appoggiato dalla lista di Forza Italia, ha battuto il sindaco di Caserta Carlo Marino sostenuto dal Pd e da altre quattro liste di centrosinistra. Esulta Forza Italia, partito che aveva da subito appoggiato la candidatura di Magliocca. «La sua elezione - dice Giovanni Schiappa, coordinatore vicario provinciale di Forza Italia - segna la ripartenza di Forza Italia e dell’intero centro destra in Terra di Lavoro. La Provincia più azzurra d’Italia riprende la fiducia da un risultato importante raggiunto grazie all’entusiasmo ed alla responsabilità di una classe di amministratori locali coraggiosi e determinati».

Una rinascita politica e umana quella di Magliocca dopo i periodi bui coincisi con l’indagine della Dda di Napoli che nel 2011 lo portò in carcere per dieci mesi e mezzo, mentre era sindaco di Pignataro, per un reato di camorra da cui è stato poi assolto nel 2013 in primo grado e nel 2014 in appello. Con lui dovette anche scusarsi lo scrittore Roberto Saviano che lo aveva attaccato nel corso dell’inchiesta. La sconfitta di Marino spacca ulteriormente il Pd e il fronte del centrosinistra già in polemica al momento della presentazione delle liste. Il centrodestra mantiene la guida della Provincia di Caserta conquistata nel 2015 con Angelo Di Costanzo (dimessosi perché coinvolto in un’inchiesta della Procura). Il nuovo presidente sarà subito alle prese con il dissesto finanziario e con un buco di bilancio di 65 milioni di euro.
Venerdì 13 Ottobre 2017, 10:08 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 10:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP