Provincia, Caserta vota il 3 ottobre:
sarà in corsa anche la Lega

Martedì 20 Agosto 2019 di Lia Peluso
Le elezioni dei componenti del consiglio provinciale si svolgeranno il 3 ottobre, dalle 8 alle 20, nel seggio costituito nella sede della Provincia di Caserta di via Lubich, ex area Saint Gobain. La data è stata fissata dal presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, che ha predisposto ieri il decreto per l'avvio della procedura del rinnovo del Consiglio, composto da 16 consiglieri che, in base alla legge di riordino delle Province (legge Delrio), è previsto che duri in carica per due anni, mentre il presidente rimane per quattro.
 
«Con questo provvedimento diamo inizio alle procedure per l'elezione del nuovo consiglio provinciale - ha commentato Giorgio Magliocca - che costituisce l'istituzione di maggior rappresentatività degli interessi sociali dei diversi territori di Terra di Lavoro. Siamo ancora lontani da una contro-riforma da più parti ritenuta necessaria, per uscire dall'impasse istituzionale creato dalla frettolosa riforma Delrio e dalla successiva bocciatura del referendum costituzionale. Solo così potremo ridare ai cittadini il diritto di scegliersi direttamente i propri rappresentanti e, al contempo, all'ente Provincia la possibilità di erogare quei servizi essenziali per la sicurezza delle scuole, delle strade e dell'ambiente». Le ultime elezioni si sono svolte il 16 ottobre del 2017 e, come si ricorderà, in quell'occasione fu eletto Magliocca come presidente e il Consiglio con una maggioranza di consiglieri del centrosinistra. Il centrosinistra proverà a confermare il dato del 2017 mentre il centrodestra proverà a ribaltarlo.

Farà la sua prima uscita in consiglio provinciale anche la Lega di Matteo Salvini mentre il movimento «Cambiamo» del governatore della Liguria, Giovanni Toti, che in provincia di Caserta ha come riferimento il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, probabilmente attenderà la prossima tornata elettorale, guardando con maggiore attenzione, in questa fase, alla strutturazione sul territorio casertano, mentre Forza Italia ci sarà e due posti dovrebbero essere già occupati dagli uscenti Claudio Perrotta e Antonio Diana. Punterebbero a una candidatura bis gli attuali consiglieri: Mauro Di Stefano, Vincenzo Galantuomo e Mario Russo che dovrebbero fare parte di una lista unica a cui starebbero lavorando i consiglieri regionali Luigi Bosco e Giovanni Zannini. Anche il Partito democratico presenterà la lista nella quale potrebbero trovare conferma gli attuali consiglieri provinciali, Basilio Vernile e Raffaele Guerriero. La guida della Provincia per Magliocca dal giorno del suo insediamento è stata in discesa avendo potuto contare su un sostegno bipartisan di alcuni consiglieri del centrosinistra. Una situazione quella appena descritta che non è piaciuta al Partito democratico che, soprattutto nelle ultime settimane, ha avviato un confronto interno per elaborare un documento da sottoporre all'Assemblea dei sindaci. Il consiglio provinciale, composto da 16 eletti, sarà scelto con una elezione di secondo livello alla quale partecipano i sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni della provincia in carica alla data del 3 ottobre 2019. Sono, invece, eleggibili alla carica di consigliere provinciale, i sindaci e i consiglieri comunali dei comuni ricompresi nel territorio della provincia in carica alla data corrispondente al termine fissato per la presentazione delle candidature, vale a dire l'11, dalle 8 alle 20 e il 12 settembre, dalle 8 alle 12, presso l'ufficio Elettorale costituito presso la Provincia di Caserta, in viale Lubich. L'elezione del Consiglio avviene sulla base di liste concorrenti, che dovranno essere composte da un numero di candidati non inferiore a 8 e non superiore a 16. Sarà l'ufficio Elettorale a verificare l'ammissione delle liste secondo quanto disposto dalla normativa. © RIPRODUZIONE RISERVATA