Raid vandalici con lampeggianti
della polizia: bloccati due giovani

di Marilù Musto

Due ragazzi indisciplinati, ma forse qualcosa di più. Andavano in giro a seminare il panico a bordo di una Fiat Grande Punto, con sopra piantati i lampeggianti di solito in uso alle forze di polizia. Qualcuno però li aveva visti e segnalati. Più di uno, in effetti. Un sottufficiale dei Ros in pensione, fra questi, ha segnalato l’anomalia ai carabinieri della stazione di Trentola Ducenta che si sono immediatamente attivati.
Dopo la visione di immagini catturate da telecamere, i carabinieri hanno ricostruito la dinamica innescata dai due ventenni, già noti per l’uso di sostanze stupefacenti.

E così, due giorni fa, è scattato il blitz: il maresciallo Menzulli con l’aiuto dell’appuntato Delli Colli, hanno bloccato i ventenni e li hanno interrogati. Sequestrato il lampeggiante che i due hanno utilizzato per diffondere timore e paura alla popolazione. Stando alla testimonianza di alcuni cittadini che si sono rivolti proprio al sottufficiale e all’appuntato della stazione, i ventenni attraversano le vie del paese ad alta velocità facendosi spazio fra le altre vetture proprio con la sirena accesa. In maniera, però, abusiva e del tutto arbitraria. Ora le indagini proseguono affinché si riesca a comprendere meglio se dietro alle scorribande ci sia qualcos’altro. In effetti, ciò che ha colpito gli inquirenti, è anche l’utilizzo da parte di F.A. e A.P. di piccoli esplosivi che lanciavano davanti ai cancelli o alle saracinesche dei negozi del centro. A Trentola Ducenta, in realtà, c’è però anche l’emergenza di furti ad opera di bande di ladri e criminali incalliti che prendono di mira bar e locali. 
 
Domenica 10 Giugno 2018, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP