Reggia di Caserta, 383mila visitatori
nel 2021 nonostante le chiusure Covid

Martedì 11 Gennaio 2022
Reggia di Caserta, 383mila visitatori nel 2021 nonostante le chiusure Covid

La Reggia di Caserta ha chiuso il 2021 con 383 mila ingressi circa; dato che conferma l'interesse del pubblico per il monumento patrimonio dell'Unesco, ma sul quale hanno inciso i periodi di chiusura per la pandemia e altre circostanze connesse all'emergenza sanitaria come il contingentamento degli accessi, le i misure di sicurezza adottate dal Complesso vanvitelliano per garantire la sicurezza del personale e dei visitatori, il blocco totale dei flussi turistici internazionali e delle gite scolastiche.

Per il direttore Tiziana Maffei si tratta comunque «di risultati soddisfacenti in un anno complesso, ma ricco di sfide, opportunità e progettualità; che premiano anche la dedizione di tutto lo staff museale che affronta quotidianamente l'impegnativo lavoro di una struttura imponente che patisce la gravissima carenza di personale. Nel 2021 abbiamo portato avanti numerosi progetti, anche in termini di riorganizzazione - aggiunge Maffei - nonostante le difficoltà, portiamo a casa i risultati di una gestione fatta di programmazione a medio e lungo termine. Il pubblico ha dimostrato di aver apprezzato i nostri sforzi, premiando e scegliendo la Reggia di Caserta per le vacanze estive, per i ponti lunghi, per le festività natalizie».

«Buona la performance nei mesi estivi, con i flussi turistici che hanno ripreso raggiungendo numeri importanti: tra il 9 e il 16 agosto, ad esempio, oltre 23mila persone hanno scelto la Reggia Borbonica e il mese si è chiuso con il rilevante dato di quasi 80mila presenze».

Hanno registrato grande consenso le attività del Museo nel mese di dicembre, con un programma. Infatti, i visitatori sono stati oltre 25mila.

Molto apprezzata è stata anche l'apertura quotidiana del Teatro di Corte, gioiello del Complesso vanvitelliano che solitamente viene aperto, a causa della grave carenza di organico, solo il sabato e la domenica e grazie alla collaborazione con il Touring Club.

Video

Nel 2021 è stata poi ampliata l'offerta museale, l'esperienza di visita e la restituzione di spazi, con l'organizzazione di iniziative di fruizione anche di monumenti e aree borboniche che rientrano nel complesso della Reggia come patrimonio dell'Unesco, ovvero l'Acquedotto Carolino, il Bosco di San Silvestro e il Parco Reale al borgo di San Leucio.

A fine 2021 sono nate le prime audioguide per bambini e quelle del Parco Reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA