Rissa a Caserta nella notte:
feriti con bottiglie, il sindaco
«Un comitato per la sicurezza»

Domenica 13 Settembre 2020 di Marilù Musto
Risse notturne con bottiglie
di vetro nel cuore di Caserta
Bottiglie di vetro lanciate in aria, rissa e feriti nel cuore della città della Reggia, in piazza Dante ma anche lungo corso Trieste. Caserta pericolosa. Caserta «città distratta». È questo il risultato delle notti «brave» in centro: giovani e giovanissimi si sono azzuffati sotto gli occhi di tutti e in piena pandemia, senza mascherina: la folla ha circondato il «ring» improvvisato, alcuni riprendendo l'evento con gli smartphone. Pochi i controlli. Tanti i feriti. Tantissimi i dubbi su una modiva non sempre controllata a Caserta.
Delle tre risse quella che ha avuto conseguenze peggiori è stata quella nata in piazza Dante. Un folto gruppo di ragazzi, poco dopo le 22:30 ha aggredito un gruppetto di quindicenni.
«Ne parlerò con il prefetto, chiederò un comitato di ordine e sicurezza. Caserta non ha mai avuto questi episodi così violenti», ha tuonato il sindaco di Caserta, Carlo Marino. 
 Ultimo aggiornamento: 14 Settembre, 07:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA