Tangenti al Comune di Maddaloni,
assolta l'ex assessore D'Anna

Mercoledì 27 Novembre 2019
A tre anni dall'arresto è stata assolta dall'accusa di corruzione 'per non aver commesso il fatto': stamattina il verdetto della prima sezione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per l'ex assessore del Comune di Maddaloni, Cecilia D'Anna, coinvolta insieme alla sua compagna, l'ex sindaco Rosa De Lucia (condannata a 3 anni e sei mesi dopo il patteggiamento della pena alcuni mesi fa) nell'inchiesta delle tangenti al Comune di Maddaloni. D'Anna. Assistita dall'avvocato Mario Corsiero, finita agli arresti domiciliari per tre mesi, si era sempre dichiarata innocente dall'accusa di aver ricevuto dall'imprenditore Enrico Di Nardi 5 mila euro da destinare a 3 consiglieri comunali perché votassero a favore la delibera di bilancio a Maddaloni.

Secondo le accuse iniziali ci sarebbe stato un retroscena personale, considerato però di grande rilevanza dagli inquirenti, ovvero il «legame sentimentale» tra le due donne, «in virtù» del quale, scrisse il gip, «la D'Anna sarebbe stata complice del primo cittadino». Ma questa presunta «complicità» è stata totalmente smentita con la sentenza di questa mattina
Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA