Dovevano trovare lavoro a disoccupati,
ma timbravano e andavano via

Venerdì 19 Marzo 2021 di Mary Liguori
Dovevano trovare lavoro a disoccupati, ma timbravano e andavano via

Al solito, c'era chi anziché lavorare andava a fare la spesa, a prendere un caffè al bar (quando ancora si poteva) o a sbrigare faccende private. Chi al lavoro si presentava in ritardo e chi invece abbandonava prima del dovuto il «posto di combattimento». Scene viste e riviste, ciclicamente, nelle inchieste sui cosiddetti «furbetti del cartellino», sono ricostruite - attraverso immagini video e intercettazioni, nonché verifiche documentali...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 20 Marzo, 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA