Sparò ad immigrato ospite del suo centro
Sconto di pena per imprenditore aversano

Venerdì 29 Gennaio 2021
Sparò ad immigrato ospite del suo centro Sconto di pena per imprenditore aversano

Sconto di pena in Appello per l'imprenditore di Gricignano d'Aversa Carmine Della Gatta, 46 anni, riconosciuto colpevole di tentato omicidio, perché nel novembre 2017 sparò in bocca ad un immigrato ospite del proprio centro, dopo che lo straniero aveva dato fuoco ad una stanza.
I giudici della Corte d'Appello di Napoli hanno infatti condannato Della Gatta - difeso da Giovanni Cantelli - a tre
anni e dieci mesi, rispetto ai quattro anni e otto mesi inflittigli in primo grado. La vittima, il gambiano Alagiee Bobb, oggi 22 enne, si riprese dopo una lunga degenza in ospedale, e si è poi trasferito in Germania.
I fatti si verificarono l'11 novembre 2017 in un Centro Temporaneo di Accoglienza di Gricignano d'Aversa, dove
alloggiava il richiedente asilo Alagiee Bobb; questi, per protesta verso le condizioni di vita ritenute pessime, diede fuoco ad una stanza della struttura, provocando la reazione del gestore, Della Gatta, che prese una pistola calibro 38 e sparò due volte verso la bocca dell'allora 19enne immigrato.

Un proiettili colpì in pieno il gambiano, un altro si conficcò nell'asfalto. L'imprenditore tornò a casa e dopo poco si
presentò in compagnia del suo avvocati ai carabinieri, che lo arrestarono per tentativo di omicidio. Della Gatta si è sempre difeso affermando di aver reagito in modo violento dopo aver ricevuto un forte pugno in faccia da Bobb, e fornì anche delle foto. Il ferimento del 19 enne gambiano fece esplodere poi la protesta degli altri migranti
ospiti del centro, poi rientrata grazie alla mediazione delle forze dell'ordine.

Ultimo aggiornamento: 20:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA