Terra dei Fuochi, nuovi controlli:
multe salate e tre aree sequestrate

Lunedì 20 Dicembre 2021
terra dei fuochi

Prosegue lo sforzo di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti provenienti da utenze domestiche, industriali e agricole, mirato anche alle discariche abusive, secondo la pianificazione stabilita con il coordinamento della prefettura di Napoli con la prefettura di Caserta, le due questure e con le altre forze di polizia delle provincie, in base alla programmazione proposta dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della cabina di regia Terra dei Fuochi.

Nell’attività di controllo e nella ricerca informativa degli obbiettivi vede impiegato l’assetto raven e il roan guardia di finanza di Napoli con sorvoli aerei a supporto delle attività operative sul terreno nell’individuare aree destinate a sversamenti illeciti e possibili attività riconducibili. A tal proposito tali aree individuate e segnalate in fase di coordinamento, in seguito ad una analisi delle immagini per il completamento delle informazioni, hanno portato al conseguimento di risultati operativi nella giornata odierna.

Video

A Melito, in provincia di Napoli, una autocarrozzeria è stata sanzionata con una ammenda di più di 9000 euro per scarico di rifiuti non conforme al disciplinare ambientale oltre che per altri reati amministrativi ed una attività di un fabbro è stata posta sotto sequestro perché totalmente abusiva, mentre a San Marco Evangelista, in provincia di Caserta, una vasta area di circa 7000 mq è stata sottoposta a sequestro per reati ambientali dovuti, tra le altre, allo sversamento illegale di rottami ferrosi.

Tra le province di Napoli e Caserta, in concorso con la polizia locale di vari comuni sono stati controllati numerosi esercizi commerciali tra cui un’attività di 4000 mq a Crispano, in provincia di Napoli, è stata posta sotto sequestro per reati ambientali, numerose sono state le sanzioni comminate, per un ammontare superiore ai 10000 euro, relative ai soli reati ambientali mentre altre sanzioni per circa 1900 euro sono state irrogate per altre violazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA