Uccide paziente in ospedale, bloccato immigrato africano nel Casertano: era in cura psichiatrica

Martedì 3 Luglio 2018 di Mary Liguori
(foto Felice De Martino)

Mattinata di follia nell'ospedale di Sessa Aurunca dove un paziente di psichiatria di 77 anni, Luca Toscano, di Falciano del Massico, è stato ucciso da un immigrato africano ricoverato nello stesso reparto da ieri sera per gravi deficienze mentali. L’assassino, Charles Opoku Kwasi, ghanese di 31 anni. si trovava ricoverato nel reparto diagnosi e cura del presidio casertano. Lo hanno bloccato i carabinieri in mattinata. 
 

 

Da quanto si è appreso il giovane africano è stato accompagnato ieri sera dalla polizia nel reparto di psichiatria in quanto si trovava per strada in forte stato di agitazione. Questa mattina avrebbe dato in escandescenze avventandosi sulla prima persona che si è trovato a tiro. Sabato era stato già arrestato perché aveva scatenato la sua furia in un bar a Castel Volturno. Al ghanese nel 2013 era stato negato il permesso di soggiorno per motivi umanitari ed era dunque irregolare.
 

Secondo la prima ricostruzione ha ucciso il 77enne a mani nude. La vittima presenta ferite alla testa. Quando sono arrivati i carabinieri, il ragazzo si è barricato nel reparto dove sono ricoverate una decina di persone. Cinque i militari che hanno fatto irruzione e, non senza difficoltà, sono riusciti a immobilizzarlo. In azione sia i militari della stazione di Baia Domitia che quelli del Norm della compagnia di Sessa Aurunca, guidati dal capitano Giuseppe Fedele. Ora il giovane immigrato è sotto sedativi.  

Come detto, il ragazzo ghanese è stato bloccato la notte scorsa a Castel Volturno dagli agenti del reparto prevenzione di Napoli che operano sul Litorale in supporto alle forze dell’ordine del posto. Quando la pattuglia è intervenuta, il ragazzo stava sfasciando auto parcheggiate in strada. 

 

Ultimo aggiornamento: 4 Luglio, 08:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA