Uxoricidio: il cane ha vegliato
per due ore i corpi dei padroni

Martedì 17 Gennaio 2017 di Marilù Musto
La fedeltà
Caserta. Non ha guaito nè abbaiato forte. E' rimaso lì, accanto ai suoi padroni in silenzio, in attesa, nell'appartamento di via Galatina a Santa Maria Capua Vetere. Per circa due ore i corpi senza vita dei due coniugi Franco Sorbo (ex guardia giurata) e Teresa Cotugno (commessa) sono stati vegliati dal cane della famiglia che non ha dato l’allarme ai vicini, ma ha solo leccato le mani del suo padrone ai piedi del letto. Si è disteso accanto ai corpi, come per cercare coccole, ancora una volta, dai cadaveri ormai freddi dei padroni. E' questa la storia triste che ha fatto da contorno tenero a un omicidio-suicidio. L'unica nota dolce è stata la fedeltà dell'amico a quattro zampe della famiglia Sorbo, il suo amore incondizionato, il patto di alleanza non scritto con Teresa, la donna di casa, uccisa con due colpi di pistola dal consorte, e anche nei confronti del marito Franco, suicidatosi subito dopo. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione dell'appartamento lo hanno portato fuori, sporco di sangue e silenzioso. Aveva capito tutto e, probabilmente, aveva anche perdonato. Ora il cane è stato affidato alla superstite della famiglia: la sua padroncina di 27 anni, figlia di Teresa e Franco. 
 
Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA