Immune oltre il 65% dei casertani:
ora l'Asl punta a vaccinare gli studenti

Martedì 17 Agosto 2021 di Ornella Mincione
Immune oltre il 65% dei casertani: ora l'Asl punta a vaccinare gli studenti

CASERTA - Continua a dare i suoi buoni frutti la campagna di sensibilizzazione dell’Asl di Caserta diretta ai più giovani. Dopo quello confezionato dall’istituto Giordani, ora è la volta dello spot elaborato dal Manzoni di Caserta. Il senso dell’iniziativa è evidente già dal titolo, «Col Vaccino finalmente Liberi», e i protagonisti sono gli stessi studenti insieme al personale sanitario degli hub vaccinali che illustrano la procedura del servizio. Gli studenti, invece, parlano di guerra e di tutti i cittadini che possono fare la loro parte per vincerla.

Decisiva anche la presenza dei militari della brigata Garibaldi, al fianco dell’Asl casertana nel servizio vaccinale. «Questa è una delle iniziative nata dalla collaborazione dell’azienda sanitaria con alcuni dirigenti scolastici della provincia. Nei prossimi giorni daremo notizia anche di altre proposte, tutte con lo scopo di incentivare la popolazione scolastica ad aderire alla campagna vaccinale», spiega il direttore dell’Asl di Caserta, Ferdinando Russo. La fascia degli studenti è quella maggiormente monitorata perché si ricominci l’attività scolastica nel massimo della sicurezza, senza il rischio di andare incontro all’alternanza di chiusure e alla ripresa della Dad. «In questo momento le fasce di popolazione che invitiamo con maggiore forza alla vaccinazione sono quella dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni e quella dei cittadini con età compresa tra i 30 e i 50 anni», continua il manager Russo.

Guardando il monitoraggio del servizio vaccinale, fino alle 18.18.41 di ieri, sono state 622.105 le prime dosi erogate, di cui 542.457 i richiami. Numeri alti che pongono l’Asl casertana in vetta tra le province campane in fatto di vaccinazioni. La percentuale delle adesioni sul sistema Sinfonia infatti è del 78,77% dell’intera popolazione provinciale di Terra di Lavoro. Il 76,09% dei cittadini ha ricevuto la prima dose e di questi il 65,67% anche il richiamo. «Non si può ancora parlare di immunità di gregge - spiega Russo - Per valutare il livello di immunità è necessario infatti capire l’andamento delle varianti». Detto questo, comunque, l’azienda sta procedendo a vaccinare il più possibile e sono ormai settimane che ha dato modo ai casertani di poter sottoporre al servizio anche senza aver effettuato la procedura per registrarsi alla piattaforma Sinfonia. Inoltre, proprio in questi giorni, oggi e domani, il truck vaccinale sosterà a baia Domizia per erogare il farmaco anti Covid a quei villeggianti che si trovano nella località di mare.

Ultimo aggiornamento: 17:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA