Violenza sessuale a Castel Volturno,
lo stupratore seriale arrestato in Sicilia

Venerdì 16 Ottobre 2020 di Marilù Musto
Abusava di infermiere anziane,
violentatore seriale preso in Sicilia

Si chiama Martins Ozua, ha 30 anni, è nigeriano e non ha con sé un regolare permesso per restare in Italia. È lui, stando alle indagini, il violentatore seriale che ha prima abusato di un'operatrice sanitaria impegnata in una struttura di Castel Volturno e poi ha tentato di violentare un'operatrice socio sanitaria, riuscendo però solo a rapinarla.

Oggi è stato raggiunto da un provvedimento di arresto eseguito dalla squadra mobile della questura di Caserta e di Agrigento. Sì, perchè le violenze risalgono al 22 novembre del 2019, ma lui si era poi trasferito in Sicilia dove era stato arrestato per altre rapine violente. Ora si trova in carcere ad Agrigento.

Stando alle indagini, l'uomo, un anno fa, sarebbe entrato nelle abitazioni delle due donne - residenti a Castel Volturno e Mondragone - sfondando il vetro della finestra e impugnando un coltello. La prima vittima, infermiera di 70 anni, non ebbe la forza di opporsi alla violenza, mentre l'altra sarebbe riuscita a fuggire. A incastrare il violentatore seriale sarebbe stato il Dna trovato sul corpo delle sue vittime, comparato con la banca dati centrale di Roma.  

Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 10:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA