«I lupi di Roma», le turbolente vicende della famiglia Orsini raccontate da Frediani

Martedì 26 Gennaio 2021
«I lupi di Roma», le turbolente vicende della famiglia Orsini raccontate da Frediani

Torna in libreria uno dei maestri del romanzo storico italiano. Riecco Andrea Fediani con "I lupi di Roma" (Newton Compton Editori, 416 pagine, 12 euro); una storia di potere, di fede, di amore e di sangue che ha per oggetto le turbolente vicende della famiglia Orsini.

È un avvincente romanzo che racconta la lotta feroce per il potere tra le più potenti famiglie di Roma. Nel 1277, una feroce lotta per il potere si scatena in occasione del conclave. Dopo sei mesi di sede vacante, la famiglia Orsini riesce a far eleggere un proprio esponente. Il nuovo pontefice, Niccolò III, si propone di arginare lo strapotere di Carlo D’Angiò, re francese di Napoli e senatore di Roma, ma mira anche a consolidare le fortune della famiglia. In breve gli Orsini assumono il controllo di Roma, di Viterbo e del collegio cardinalizio. Tuttavia le ambizioni del papa e di suo cugino, il cardinale Matteo Rubeo, obbligano alcuni membri della famiglia, come Orso, podestà di Viterbo, e Perna, spinta da un amore proibito, a sacrificare i loro stessi sentimenti. Ma l’ascesa della dinastia viene interrotta da un evento imprevedibile, che esporrà gli Orsini alla vendetta dei loro tanti nemici. In cerca di riscatto, gli Orsini scopriranno che farsi campioni degli ideali di libertà può essere un obiettivo più gratificante del dominio. Da Bologna a Palermo, passando per Firenze, Viterbo e Roma, si faranno quindi protagonisti delle lotte tra guelfi e ghibellini, per le autonomie comunali e dei Vespri siciliani, imprimendo la loro mano sul ricco affresco dell’Italia tardomedievale.

Un momento chiave della storia italiana, raccontato col piglio di grandi romanzieri come Ken Follett, Valerio Massimo Manfredi e Michael Crichton. Il solito stile accattivante trascina il lettore fino all'ultima pagina. 

Fediani è nato a Roma nel 1963. Divulgatore storico tra i più noti d’Italia, ha collaborato con numerose riviste specializzate. Con la Newton Compton ha pubblicato diversi saggi e romanzi storici, tra i quali: Jerusalem; Un eroe per l’impero romano; la trilogia Dictator (L’ombra di Cesare, Il nemico di Cesare e Il trionfo di Cesare, quest’ultimo vincitore del Premio Selezione Bancarella 2011); Marathon; La dinastia; 300 guerrieri; 300. Nascita di un impero; I 300 di Roma; Missione impossibile; L’enigma del gesuita. Ha firmato le serie Gli invincibili e Roma Caput Mundi; i thriller storici Il custode dei 99 manoscritti e La spia dei Borgia; Lo chiamavano Gladiatore, con Massimo Lugli; Il cospiratore, La guerra infinita, Il bibliotecario di Auschwitz, I tre cavalieri di Roma. Invasion Saga e I Lupi di Roma. Le sue opere sono state tradotte in sette lingue. Il suo sito è www.andreafrediani.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA