I Bastardi di Pizzofalcone di Sergio Bonelli leggono “Il Mastino”

di Erminia Pellecchia

Beh, non può che leggere “Il Mastino”, principale giornale di una Napoli formato Zoopolis, l’ispettore Giuseppe Lojacono in forza al commissariato di Pizzofalcone che, dopo aver assunto in tv le fattezze di Alessandro Gasmann, vedremo ora prendere la forma di un Dobermann nei Bastardi a fumetti, ovvero l’interpretazione della serie cult di Maurizio de Giovanni firmata Sergio Bonelli. «L’ho immaginato così - ride la disegnatrice Fabiana Fiengo - per via della caratteristica degli occhi e del colore scuro dei capelli. Poi è il protagonista principale e quindi doveva spiccare per classe è stazza. Fin dal primo libro mi è balenata l’associazione con i cani suggerita dal titolo. Ho concretizzato l’idea in illustrazioni in occasione dell’ultima puntata della serie televisiva. Alcuni abbinamenti sono stati immediati, tipo l’assistente capo Francesco Romano che per il suo carattere difficile e le sue esplosioni di violenza ho visto come un pitbull». Già, sono tutti cani i personaggi antropomorfi che animano il volume (145 pagine a colori, 19 euro, copertina di Daniele Bigliardo, prenotabile da ora online) la cui presentazione, in anteprima nazionale, ci sarà il 16 aprile, ore 18,30, alla Feltrinelli di piazza dei Martiri nell’ambito del ricco cartellone di Comicon Off. A rivelare i volti canini saranno de Giovanni, la Fiengo, gli sceneggiatori Claudio Falco e Paolo Terracciano, assieme a Sergio Brancato, Michele Masiero, direttore della casa editrice di via Buonarroti, e Luca Crovi, curatore dell’adattamento a strisce e nuvole de «I Bastardi di Pizzofalcone». Entusiasta lo scrittore napoletano: «Quando ho visto per la prima volta i disegni di Fabiana, ho pensato che la sua idea fosse meravigliosa e che meritava di essere seguita. I suoi animali rappresentavano il carattere intimo dei miei personaggi». Per de Giovanni «la Bonelli è una casa editrice visionaria che sa scommettere al di là delle logiche commerciali: ancora una volta, come è accaduto per il commissario Ricciardi, il mio immaginario è stato visualizzato in maniera fantastica e radicalmente diversa da come io stesso avrei potuto concepire».

E sarà festa grande il 25 aprile - data da segnare in agenda perché è lo start di Comicon, la mega kermesse del fumetto che fino al 28 occuperà la Mostra d’Oltremare - con il Bastardi di Pizzofalcone Day: dalle 11 alle 17 le sagome dei poliziotti invaderanno tutta Napoli, mentre, in contemporanea ci sarà la performance live di Fabiana Fiengo e dei disegnatori della Scuola Italiana di Comix Carmelo Zagaria, Mario Schiano, Valeria Burzo, Vincenzo Puglia. E, ancora, la presentazione, ore 15, del romanzo a fumetti al Teatro Mediterraneo Sala Italia, seguito dal firmacopie, ore 17, in fiera. Nel frattempo, in casa Bonelli si preparano novità anche per tutti i fan del Commissario Ricciardi. Amaggio arriverà in edicola il Ricciardi Magazine 2019 con l’adattamento di cinque racconti di Maurizio de Giovanni accorpati in quattro storie a fumetti: «I vivi e i morti» (sceneggiata da Sergio Brancato e disegnata da Daniele Bigliardo), «Mammarella» (sceneggiata da Claudio Falco e disegnata da Luigi Siniscalchi), «Quando si dice il destino» (sceneggiata da Claudio Falco e disegnata da Lucilla Stellato), «L’ultimo passo di tango» (sceneggiata da Paolo Terracciano e disegnata Alessandro Nespolino). Ad arricchire il Magazine un estratto di tavole in bianco e nero dedicato proprio a «I Bastardi di Pizzofalcone».
Giovedì 28 Marzo 2019, 19:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP