Biancamaria Frabotta morta, addio alla maestra della poesia italiana: aveva 75 anni

Martedì 3 Maggio 2022
Biancamaria Frabotta morta, addio alla maestra della poesia italiana: aveva 75 anni

È morta a 75 anni la poetessa e docente universitaria Biancamaria Frabotta. Nata a Roma nel 1946, è considerata una delle maestre della poesia italiana. Docente di Letteratura Moderna e Contemporanea a La Sapienza di Roma, Frabotta è stata autrice di quasi una ventina di libri di poesia, ma anche di saggi sulla letteratura e di atti unici per il teatro. Aveva collaborato con giornali e riviste, tra cui Il Manifesto e ha sempre difeso l'indipendenza e l'autonomia della donna. Nel 1976 pubblicò la prima importante antologia femminile, Donne in poesia, con la prefazione di Dacia Maraini. Nel 2013 era stata nominata socia onoraria della Società italiana delle letterate. 

 

Malore in autostrada: Luca Baldan, camionista 58enne, muore dieci giorni dopo. Lascia moglie e 2 figli

 

Chi era

Attivista negli anni Settanta nel movimento delle donne, è stata curatrice dei volumi «Femminismo e lotta di classe in Italia: 1970-1973» (Savelli, 1973) e «La politica del femminismo: 1973-76» (1976). Redattrice delle riviste «Orsa minore» (1981-83) e «Poesia» (1989-91) e collaboratrice de «Il manifesto», Frabotta è autrice di una densa produzione saggistica: si fece conoscere per la curatela nel 1976 di «Donne in poesia» (Savelli), la prima importante antologia femminile, con prefazione di Dacia Maraini: le autrici antologizzate del secondo dopoguerra erano 26, alcune già note come Margherita Guidacci e Maria Luisa Spaziani, Amelia Rosselli, Anna Maria Ortese, mentre altre agli esordi, come Patrizia Cavalli e Vivian Lamarque. Tra i suoi saggi anche «Letteratura al femminile» (De Donato, 1980); «Giorgio Caproni il poeta del disincanto» (Officina, 1993); «L'estrema volontà». 

Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA