Da Jonathan Coe a Luis Sepulveda, con BookCity Milano fa la festa al libro

BookCity, manifestazione milanese dedicata al libro, dal 15 novembre
Un labirinto in cui perdersi tra autori, incontri, mostre, librerie e reading: è BookCity Milano, una delle più grandi manifestazioni dedicate al libro e alla lettura giunta quest'anno alla settima edizione. Una quattro giorni che porterà in città oltre 1300 eventi gratuiti in 250 luoghi diversi, dal cuore del Castello Sforzesco fino alle periferie.

Ospite d'onore è lo scrittore inglese Jonathan Coe, che riceverà anche il Sigillo della città dal sindaco Giuseppe Sala e darà il via alla manifestazione il 15 novembre, al Teatro Dal Verme, parlando de
Il futuro che non ci aspettavamo con Barbara Stefanelli. Insieme a lui tanti altri autori - tra cui Erri de Luca, Luis Sepulveda, Simonetta Agnello Hornby, Michele Serra, Helena Janeczeck - e protagonisti dello spettacolo come Levante, Lo Stato Sociale e Paolo Fresu.

E si parlerà anche di attualità e politica, a BookCity, insieme all'ex premier Paolo Gentiloni e a Marco Minniti. Tra le novità dell'edizione 2018 il gemellaggio con Dublino, storica capitale della letteratura, e le iniziative che toccano anche le periferie grazie al
Giro di Milano in 90/91 minuti, con narrazioni e letture a bordo del filobus Atm che corre all'esterno dei grandi viali cittadini.

Confermate, dopo il successo delle passate edizioni, le passeggiate letterarie in luoghi simbolo della città, tra cui il Cimitero Monumentale, BookCity nelle Case, così come BookCity Young, dedicato ai più piccoli, e BookCity Sociale che porterà mostre, letture in scuole e università, associazioni di volontariato e nelle carceri di San Vittore, Bollate, Opera e al carcere minorile Beccaria.
Martedì 16 Ottobre 2018, 18:35 - Ultimo aggiornamento: 16-10-2018 18:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP